in ,

Foligno, Uiltrasporti e Uiltemp Umbria: «Vus reinternalizzi il servizio di raccolta rifiuti»

Le sigle sindacali chiedono l’applicazione della clausola sociale del Ccnl Utilitalia

PERUGIA – «Ribadiamo la necessità di reinternalizzare per intero l’appalto, in scadenza, di parte dei servizi di raccolta rifiuti nel territorio di Foligno esternalizzati da Vus Spa, seguendo le procedure della clausola sociale prevista nel Ccnl Utilitalia, all’articolo 6, che garantiscono che nessun dipendente, attualmente impiegato in tali servizi, resti disoccupato».

Così UilTemp Umbria e UilTrasporti Umbria che avevano «già avanzato questa richiesta lo scorso luglio». «A oggi, purtroppo – commentano Stefano Cecchetti, segretario generale di UilTrasporti Umbria e Roberta Giovannini, segretaria generale di UilTemp Umbria –, riscontriamo come si sia fatta la scelta che noi temevamo, di mettere ancora a gara quei servizi, con l’aggravante della riduzione del volume degli stessi, prevedendo la restante parte in gestione diretta da parte di Vus Spa ed eludendo così il sopracitato articolo 6, circa la norma di tutela sociale che assicura la continuità occupazionale per tutti i lavoratori già presenti nell’appalto in parola, che in questi casi è definita reinternalizzazione». «Vus Spa, in totale mancanza di trasparenza – proseguono Cecchetti e Giovannini – procede nel massimo silenzio, senza un minimo di confronto con il sindacato. Una beffa bella e buona per una parte del personale interessato che rimarrà a casa e che è già proveniente da una situazione di precarietà, in quanto si tratta di lavoratori in somministrazione per volontà di Vus Spa. Dopo anni di precarizzazione Vus Spa rinuncia a un’occasione importante per tagliare il precariato e dare lavoro stabile. Sicuramente questo avverrà, ma non per coloro che hanno subito fino a ora la precarizzazione, provenienti da un’agenzia di somministrazione lavoro». «Trincerarsi dietro alla ‘impossibilità di applicazione dell’art. 6 del sopracitato Ccnl’, in quanto Vus Spa può solo assumere attraverso selezione pubblica – aggiungono da Uiltrasporti e UilTemp Umbria –, serve a depistare la verità, squisitamente per interesse politico. Si sarebbe ancora in tempo, se si volesse, per la trasparenza e la correttezza verso i lavoratori interessati, verso il sindacato e verso i cittadini che, ignari di tutto, sostengono con i loro contributi queste scelte poco chiare». Pertanto UilTemp e UilTrasporti insistono, esortando «Vus Spa in primis e tutto il mondo politico attorno a essa a voler rivedere tale volontà, assicurando, così, la continuità occupazionale a coloro destinati per responsabilità (o meglio irresponsabilità) di amministratori ‘distratti da giochi della politica’ a un futuro di incertezza».

Ecco SDGame, il gioco sullo sviluppo sostenibile: rispondi e dai punti al tuo comune

Neri Marcorè e Loredana Torrisi con Masini, Zarrillo e Casciari per ProSceniUm