in ,

Dalla Piazza che spacca alla nuova vita di piazza del Melo con Roghers Staff

Dalla musica ai video, come riparte Perugia

PERUGIA – Giovani carichi di entusiasmo che si ri-prendono spazi della città e li fanno ri-vivere. Una piazza che si trasforma, che si anima e diventa un nuovo luogo da vivere. Un posto dove condividere idee, incontrarsi ed ascoltare musica. Un luogo storico da far scoprire alle nuove generazioni.

È con questo spirito che è stata presentata la nuova piazza del Melo, dietro via Pinturicchio a Perugia, che ora – grazie all’Associazione Culturale Roghers Staff, in collaborazione con il progetto Digipass, il Comune di Perugia e la Fondazione POST – ha cambiato pelle e target. Tutto ha preso il via con “La piazza che spacca” che è andata in scena lo scorso fine settimana (8-10 ottobre): una tre giorni di musica, arte e socialità tra incontri, mostre, dj set, reading e concerti con protagonisti della scena musicale cittadina, regionale e nazionale e ospiti speciali come Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, Lorenzo Kruger e Comete. L’iniziativa e il progetto nascono da un’idea dello Staff Roghers, un gruppo di circa 30 ragazze e ragazzi (tutti under 35) che hanno fatto dell’impegno civico e del volontariato attivo una bandiera di “rivitalizzazione” del centro storico di Perugia e che organizzano come evento di punta il festival “L’Umbria che spacca”.
Ora così, per i prossimi tre anni, promuoveranno gli spazi di piazza del Melo alla luce delle molte novità tecnologiche introdotte con il progetto Digipass: spazio al gaming presso la sala digital, a corsi di riprese video, dirette streaming e mixing presso la sala musicale, attività ludiche negli spazi comuni e aggregazione sociale attraverso eventi di piazza targati “Umbria che spacca”.
Il taglio del nastro si è tenuto alla presenza, tra gli altri, del vice sindaco di Perugia e dell’assessore allo sviluppo economico e turismo del Comune di Perugia, di Francesco Gatti e Anna Rebella, presidente e direttrice del Post, di Ilaria Batassa, direttrice della Villa del Cardinale, del presidente di Umbria Jazz Gian Luca Laurenzi.
«Dopo dieci anni di attività associativa – ha commentato Aimone Romizi, presidente dell’associazione Roghers Staff – questo è un altro importante passaggio. Abbiamo preso in gestione questi spazi sotto l’Informagiovani e ci siamo subito accorti che il posto è meraviglioso e quindi per presentarci abbiamo voluto subito fare dei concerti, che è poi la cosa che facciamo sempre. L’aspetto che ci interessa infatti è promuovere le stesse attività che noi stessi vorremmo vedere, ed è con questo spirito che facciamo le cose. Ora lo faremo con la piazza che spacca, riattivando questo spazio di città per farlo vivere tutto l’anno».

Social media manager per hotel: a Perugia un’opportunità di formazione e lavoro

Eurochocolate, via alla versione indoor. E Perugia resta la Capitale del cioccolato