in

Tv in lutto, morto improvvisamente il regista Paolo Beldì

Fatale un infarto

È morto improvvisamente nella sua casa di montagna a Magognino vicino a Stresa il regista Paolo Beldì, 66 anni, grande firma della televisione italiana.

Di successo il sodalizio con Fabio Fazio, di cui aveva firmato programmi iconici da Quelli che il calcio ad Anima Mia e i Festival di Sanremo, ma anche di Adriano Celentano e di tantissimi altri. Novarese, figlio di un pubblicitario, Beldì aveva esordito come comico in radio per poi passare alla regia negli anni 80 nella neonata Fininvest per programmi di intrattenimento e sportivi Mai dire Banzai, Mai dire Mundial. Supertifoso della Fiorentina, è stato trovato senza vita da un’amica che era andata a cercarlo perché non si era presentato a vedere Belgio-Italia come aveva programmato. A ucciderlo, sembra, un infarto.

Amelia, false attestazioni di residenza: condannato ex comandate della polizia locale

Terni, nuove donazioni per il Santa Maria