in

Max Gazzè, “La matematica dei rami” e i vulcani di San Venanzo

Nel parco vulcanologico per la prima volta un concerto sopra la colata di venanzite

SAN VENANZO (Terni) – Per la prima volta un concerto nel parco vulcanologico di San Venanzo, precisamente sopra una colata di venanzite, una roccia, unica al mondo, per la sua composizione mineraria scaturita dall’unica eruzione di uno dei tre piccoli vulcani  (diametro di circa 500 mt ed altezza massima 30 mt) attivi circa 265.000 di anni fa nel Mar di San Venanzo, dove oggi sorge il paese.

Il protagonista di questa esperienza sarà Max Gazzè, impegnato nel suo tour estivo tra grandi festival ed incantevoli location intitolato “La matematica dei rami tour”, nome del suo nuovo disco prodotto insieme alla Magical Mystery Band, un mix tra underground e pop, elettronica e rock. Il concerto, data unica umbra, è organizzato dalla Pro Loco di San Venanzo con il patrocinio del Comune di San Venanzo ed è in programma il 3 settembre alle 21,30. I biglietti sono in vendita da oggi (venerdì 2 luglio) nel circuito Ticketitalia e nel weekend anche in quello di Ticketone. Gazzè, dopo essere stato il primo a tornare sul palco la scorsa estate per far ripartire la filiera della musica live – sfiorando le 30 date – ed essere sceso in piazza per dare voce alla categoria dei lavoratori dello spettacolo, è stato subito pronto a far suonare live i nuovi brani insieme ai suoi straordinari musicisti: Max Dedo ai fiati, Cristiano Micalizzi alla batteria, Clemente Ferrari alle tastiere, Daniele Fiaschi alle chitarre.

Vacanze sicure, a Orvieto scende in “piazza” la stazione mobile dei carabinieri

Covid, il generale Figliuolo in visita ai team vaccinali del “cratere”