in

Velimna, si riparte. Tutti intorno a un tavolo per la tradizione che batte la pandemia

I preparativi

di Gino Goti

PERUGIA – Tutti attorno a un tavolo. All’esterno della sede della Pro Ponte, per esaminare e discutere il progetto dell’evento in programma i primi di settembre proposto dal regista Boccacci ai responsabili di Velimna della Pro Ponte e di Luana Cenciaioli, direttore artistico dell’associazione.

Si esaminano i testi, i bozzetti delle scenografie, dei personaggi e delle strutture previste per la storica sfilata in programma sui sentieri del parco di via della Scuola. Quest’anno oltre agli etruschi saranno impegnati figuranti in costume romano provenienti dall’Umbria, dalla Toscana e dal Lazio. “Gli Etruschi e Roma” è infatti l’argomento del tradizionale evento, fiore all’occhiello delle manifestazioni promosse dalla pro ponte nel corso dell’anno per ricordare e promuovere la storia, le tradizioni e la cultura degli Etruschi. Prezioso impegno per conservare e consegnare alle generazioni future quanto il sottosuolo ci ha reso della civiltà del popolo vissuto sul nostro territorio.
Etruschi e Romani quindi nella ancora misteriosa trama che il regista ha sottoposto ad Antonello Palmerini e ai suoi più stretti collaboratori. Sotto pressioni quindi tutti i volontari artigiani-artisti consiglieri della Pro Ponte e anche la pittrice Giusy Velloni, autrice, recentemente, della splendida riproduzione dell’urna del bacio trovata, negli anni ‘80, nella tomba di Casaglia e ora esposta nelle sale dell’Antiquarium nella zona archeologica dell’Ipogeo dei Volumni a Ponte San Giovanni.

Gone Girl, 30 anni in un secondo, Scrivimi una canzone, Dunkirk e Inception: stasera in tv si va di zapping

Due Mondi, spettacolare Santa Cecilia: coro e orchestra in piazza Duomo