in ,

«Sanità, via una guardia medica da Castiglione: la Regione smantella la medicina territoriale»

La nota di Simona Meloni

PERUGIA – «Apprendo con stupore che la soluzione individuata dalla Regione per il reperimento di medici destinati alla copertura delle postazioni del 118 di Passignano e Città della Pieve sia quella di eliminare, a partire da oggi, una guardia medica notturna dall’Ospedale di Castiglione del Lago»: è quanto afferma in una nota dell’ente Simona Meloni (Pd, vice presidente dell’Assemblea legislativa).

«Invece di creare le condizioni per risolvere, una volta per tutte, il problema del sottodimensionamento di personale impiegato nel Distretto del Trasimeno – aggiunge – si tentano operazioni estemporanee che rischiano di innescare una guerra tra poveri e di indebolire ulteriormente i presidi sanitari del territorio. Nell’ultimo anno e mezzo – ricorda la vice presidente Meloni – il Distretto lacustre è stato già privato di nove operatori sanitari, di cui tre medici». «Ciò che accade oggi – conclude – non è altro che la conseguenza di questo continuo processo di depauperamento consumato sulle spalle dei cittadini del Trasimeno e messo in campo da una Giunta regionale che, a parole, dice di voler potenziare la medicina territoriale ma che, di fatto, la sta demolendo scientificamente un pezzo alla volta».

È di Città di Castello il levriero più bello del mondo

Niente bar per un anno ai giovani delle risse