in

Covid, allerta alta per la movida: controlli in centro e periferia

Bilancio positivo, ma alcuni locali rimangono osservati speciali

PERUGIA – Anche nella serata di ieri, venerdì 18 giugno, le pattuglie di polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale sono state impegnate per la vigilanza e il monitoraggio delle principali piazze e vie del centro.

Gli operatori, coordinati da un funzionario della questura, hanno svolto una costante opera di sensibilizzazione nei confronti degli esercenti e della clientela presente ai fini della puntuale osservanza delle disposizioni previste dalla normativa anti-Covid19. Le forze di Polizia sono state impegnate nel pattugliare ininterrottamente le vie del centro più frequentate garantendo il sereno trascorrere della “movida”. Si è registrato un generale e diffuso rispetto delle prescrizioni da parte dei pubblici esercizi, anche in merito all’ordinanza sindacale inerente il divieto di somministrazione per asporto di bevande alcoliche dopo le 23. Sono, invece, al vaglio della Questura alcuni esercizi pubblici del centro cittadino nonché della periferia non ottemperanti alle disposizioni normative ed amministrative vigenti e per i quali, effettuati i dovuti approfondimenti, si provvederà all’emissione dei relativi previsti provvedimenti sanzionatori. L’azione e l’impegno coordinato delle forze dell’ordine continuerà in tutta la provincia di Perugia al fine di assicurare il necessario e graduale ritorno a godere della città e di ogni spazio pubblico con rinnovato spirito di sano divertimento e reciproco rispetto, abbandonando logiche di abusi e intemperanze.

Monteleone d’Orvieto, la notte è romantica con la Filodrammatica dei Rustici

Addio a nonna Lisa, simbolo dei diritti delle donna e dell’amore per la bandiera