in ,

Rissa in centro col coltello: 35enne arrestato per tentato omicidio

Succede a Perugia

PERUGIA – Una violenta lite in centro finisce con un arresto per tentato omicidio.

È quanto successo la scorsa notte, quando poliziotti del reparto Volanti della questura di Perugia, diretto dal commissario Monica Corneli, durante un servizio di controllo del territorio, sono stati inviati dalla sala operativa, in corso Vannucci a seguito di una segnalazione di una violenta lite fra due ragazzi, uno dei quali armato di coltello. Giunti sul posto gli agenti hanno localizzato, a pochi metri dal luogo segnalato, uno dei due il quale, zoppicando vistosamente cercava di allontanarsi dalla zona. Una volta raggiunto l’uomo, che presentava delle vistose ferite al volto e gli indumenti vistosamente sporchi di sangue, è stato identificato come un cittadino di origini peruviane di 35 anni, al momento del controllo privo di alcun documento di riconoscimento, in stato di ebrezza alcolica e con precedenti di polizia per lesioni personali, rapina aggravata, minacce e atti persecutori. L’uomo ha riferito agli agenti di aver avuto un litigio con un suo conoscente. Pochi attimi dopo, un’altra volante ha localizzato un secondo ragazzo, un cittadino italiano di 37 anni che, seduto su di una panchina, ha richiamato l’attenzione degli agenti ai quali, dolorante, ha riferito di essere stato accoltellato da un suo conoscente a seguito di una discussione emersa per futili motivi. Viste le serie e profonde ferite riportate dall’uomo gli agenti hanno allertato immediatamente i sanitari del 118 che hanno trasportato il ferito all’ospedale Santa Maria della Misericordia per le cure del caso. Gli agenti delle Volanti, a seguito di più approfonditi controlli a carico dei due ragazzi e sentite anche le dichiarazioni dei testimoni presenti, hanno arrestato per il reato di tentato omicidio il 35enne peruviano e su disposizione del pm di turno lo hanno accompagnato nel carcere di Capanne a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Treofan, Fioroni: «Riconosciuta la cassa integrazione ai lavoratori»

Disastro di Gubbio, sciopero generale e manifestazione in piazza Grande