in ,

La Partita: “del cuore” ma non per tutti. Aurora di The Jackal invitata e poi “cacciata”

Convocata per scendere in campo è stata indotta a lasciare la Nazionale cantanti perché donna. Il dg si dimette

Aurora Leone di The Jackal allontanata dalla Partita del Cuore perché donna. Lo ha denunciato l’attrice stessa attraverso i suoi canali social, raccontando lo spiacevole episodio che l’ha vista protagonista suo malgrado.

Convocata per scendere in campo con la Nazionale Cantanti, durante la cena ufficile che ha preceduto la partita – prevista per questa sera, 25 maggio, a Torino – con i Campioni per la Ricerca, è stata invitata a lasciare il tavolo ufficiale perché «da quando le donne giocano». Così racconta la disavventura sul suo profilo Instagram: viene avvicinata dal direttore generale della Nazionale cantanti, Gianluca Pecchini, che la invita ad alzarsi e andarsene: «Io e Ciro (Priello, uno dei fondatori del gruppo, ndr) abbiamo pensato avessimo sbagliato tavolo, ma lui ha detto che Ciro poteva restare, io no, aggiungendo: ‘Non mi far spiegare perché’. Ho spiegato che ero stata convocata per giocare, che mi erano state chieste anche le misure del completino, ma mi è stato risposto: ‘Il completino te lo metti in tribuna, da quando in qua le donne giocano?’. A quel punto ci siamo arrabbiati e ci hanno cacciato dall’albergo». Unanime il coro di condanne per quanto accaduto. Eros Ramazzotti si è detto pronto a non scendere in campo, Enrico Ruggeri ha invitato Aurora, senza mezzi termini: «Ti aspettiamo in campo». Fedez ha invitato Aurora e gli altri The Jackal per una partita di basket benefica, «Quando volete». L’attrice dal suo canto ha replicato nella maniera più generosa possibile, rivolta ai fan di The Jackal: «Donate, non lasciate che questa storia incida sull’importantissima causa che ha quest’iniziativa, sostenete la Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro». Passo indietro del direttore generale Pecchini, ormai ex. Si è infatti dimesso scusandosi e addossandosi tutte le responsabilità di quanto accaduto.

Deregolare gli appalti, tutti equilibri sopra la follia

«Su parchi e sentieri un bel progetto, lo prendiamo in esame». Il ministro Garavaglia fa sorridere l’Umbria del turismo