in , ,

Gli infermieri di Perugia ora hanno il Passaporto del cuore

L’iniziativa di Un’idea per la vita per il Centro vaccinale

PERUGIA – In occasione della Giornata internazionale dell’infermiere, l’associazione di volontariato Un’idea per la vita onlus ha consegnato il Passaporto del Cuore agli infermieri del Centro vaccinale dell’ospedale di Perugia, impegnati nella vaccinazione alle persone estremamente fragili, come segno di riconoscenza per tutti gli infermieri che prestano la loro opera da mesi nella campagna di vaccinazione anti-Covid-19.

«Insieme ai consiglieri del direttivo – afferma Laura Cartocci presidente dell’associazione Un’idea per la vita onlus – abbiamo deciso di consegnare il Passaporto del Cuore agli infermieri in questa giornata di festa che celebra una professione così importante e vicina agli ammalati. Con questo semplice omaggio vogliamo esprimere pubblicamente un ringraziamento sentito a tutti gli infermieri dell’Umbria impegnati nella campagna di vaccinazione anti-Covid. Abbiamo scelto simbolicamente il Centro vaccinale dell’Ospedale di Perugia perché è proprio qui che sono stati vaccinati i nostri malati oncologici e i loro familiari». Un’idea per la vita onlus, infatti, è un’associazione perugina senza scopo di lucro che nasce dalla volontà di diffondere l’importanza della prevenzione della malattia e promuove una rete di sostegno e informazione destinata ai malati oncologici e ai familiari degli stessi. Il Centro vaccinale dell’ospedale di Perugia è composto da quattro equipe vaccinali e un’equipe itinerante dedicata alla vaccinazione a letto dei pazienti ricoverati delle varie degenze ospedaliere. Il Centro si occupa della somministrazione del vaccino anti-Covid a pazienti oncologici, ematoncologici, dializzati e pluripatologici che hanno bisogno di un’assistenza infermieristica mirata. Presenti alla semplice cerimonia, Marcello Giannico, direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Perugia, Vincenzo Talesa, direttore del Dipartimento di Medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Perugia, Tiziana Fiordi, medico responsabile del Centro vaccinale ospedaliero, insieme a Gabriella Carnio, dirigente infermieristico, e Gianluca Castelletti, posizione organizzativa infermieristica. «Condivido questo riconoscimento – dice Gabriella Carnio dirigente infermieristico del Centro vaccinale ospedaliero – con tutti i colleghi infermieri dell’Umbria che sono impegnati quotidianamente nella campagna vaccinale dal 27 dicembre dell’anno scorso. L’impegno professionale è notevole ma lo svolgiamo con convinzione e onore perché sappiamo che il vaccino è l’unico mezzo per sconfiggere questa pandemia».

Orvieto, controlli nelle scuole e alla stazione

Carabinieri. Archivio

Evade più volte dai domiciliari, 22enne finisce in carcere