in

Calvi, il Comune riapre al pubblico i poli della cultura

Gli orari e le modalità per le visite

CALVI (Terni) – Il Comune di Calvi dell’Umbria ha riaperto al pubblico il Museo del monastero delle Orsoline, la biblioteca pubblica e l’archivio storico, tutti visitabili seguendo le stringenti regole anti contagio e previa prenotazione.

Il Museo del monastero delle Orsoline, ricorda l’amministrazione comunale, si trova al piano terra di Palazzo Ferrini, ed ospita soprattutto la straordinaria collezione Chiomenti-Vassalli, composta da centoventi opere tra dipinti, sculture, acqueforti, bassorilievi, medaglie e oggetti. Tra i capolavori custoditi nella pinacoteca, la sensuale Maddalena penitente di Guido Reni, La parabola dei ciechi di Pieter Brueghel, La fuga di Enea da Troia di Pompeo Batoni e tante altre meravigliose opere. Il Comune ricorda che per visitare il Museo occorre rispettare le necessarie norma anti covid come il distanziamento, le mascherine e i disinfettanti. Le prenotazioni sono possibili contattando il 3519948919 o scrivendo a museoorsoline@gmail.com. Orari di apertura sono il sabato dalle 16 alle 19 e la domenica e festivi dalle 11  alle 13 e dalle 16 alle 19. Dopo il periodo di chiusura dovuto all’emergenza sanitaria, riaprono anche la biblioteca pubblica e l’archivio storico che contiene la documentazione prodotta dal Comune di Calvi dell’Umbria in epoca preunitaria e postunitaria. Anche in questo caso l’accesso per entrambi i servizi è regolato con la prenotazione obbligatoria da parte dell’utenza per garantire i massimi livelli di sicurezza. Gli orari di apertura sono il martedì dalle 10 alle 12 e il sabato dalle 16 alle 18.  

Nasce la rete dei Festival italiani di musica in montagna

Dalle Spunteblu al lavoro per i giovani: il successo di Marco Weiss