in ,

“Bee my friend, I’ll bee yours!”: l’iniziativa dell’Istituto Omnicomprensivo “Dante Alighieri” di Nocera

“Coltivando un orto…salviAMO le api!”

NOCERA UMBRA (Perugia) – Pallet colorati impreziositi da piantine aromatiche e fiori stagionali. Il tutto, con un solo obiettivo: coltivare un piccolo orto…per salvare le api.Grande successo per l’iniziativa “Bee my friend, i’ll bee yours!” portata avanti dall’Istituto Omnicomprensivo “Dante Alighieri” di Nocera Umbra.

L’evento si è tenuto nel piazzale ovest della scuola lo scorso giovedì 20 maggio, in occasione della Giornata Mondiale delle Api targata 2021, e ha visto la realizzazione di un vero e proprio “Ape Ristoro”, un punto in cui le api possono nutrirsi in un periodo in cui hanno davvero poco da mangiare.Fautori dell’iniziativa, gli alunni delle classi seconde della scuola media e del primo biennio del Liceo Scienze Umane. I ragazzi, coordinati dai loro docenti prof.ssa Roberta Rossi e prof. Giuliano Grimaldi, hanno riflettuto sull’importanza di questi piccoli insetti, utili non solo alla produzione di miele, propoli e pappa reale ma anche “responsabili” della presenza, sulle nostre tavole, di numerosi “prodotti della terra”.

Il cambiamento climatico a cui si assiste ormai da tempo e che di fatto è al centro dei dibattiti in molte sedi internazionali sta causando non pochi problemi alle api stesse: i primi e innaturali caldi di febbraio tendono a risvegliarle e metterle alla ricerca di cibo volando di fiore in fiore; le successive gelate, però, le lasciano senza fonti di cibo ed esposte a morte certa. La tematica è stata affrontata giovedì mattina con i ragazzi da Camilla Mirti e Angelo Tiburzi, giovani apicoltori nocerini. Immane la curiosità dei ragazzi su quella che è l’apicoltura come attività, tante le domande.

L’evento si è aperto con la canzone “Sing for Climate”, curata dagli alunni delle medie sotto la magistrale direzione del loro prof. di Musica Francesco Cicognola. Al termine dell’incontro, poi, gli studenti hanno posizionato su pallet egregiamente preparati dai tecnici scolastici sotto la guida di Marco Bucci alcune piantine odorose e fiori stagionali offerti dal Vivaio “La Fonte” di Cristina Bonucci. I pallet, invece, sono stati regalati alla scuola dal supermercato Conad – Caprera di San Felicissimo. Ad impreziosire il tutto, due piantine di lavanda regalate per l’occasione dall’apicoltrice Camilla Mirti.

“L’evento di stamattina rientra in un più ampio Progetto Erasmus+ dal titolo Climate, Culture, Citizenship – The unity of C’s – ha spiegato il referente principale prof. Maurizio Morini – che vede la nostra Scuola collaborare con altri quattro istituti presenti in Turchia, Polonia, Croazia e Lituania. Con questo progetto sensibilizziamo i ragazzi alla salvaguardia dell’ambiente e a portare avanti comportamenti adeguati per contrastare il cambiamento climatico in corso. Il nostro Istituto da quest’anno è accreditato nella realizzazione dei progetti Erasmus+, che proietteranno i nostri alunni su scenari internazionali”.“Tra le numerose attività consigliate in questo progetto – hanno poi aggiunto i docenti Roberta Rossi e Giuliano Grimaldi – c’è anche quella dal titolo ‘Save the Bees’; abbiamo immaginato di ricreare un piccolo angolo di ristoro per le api qui a Scuola, per far si da offrire una possibilità di nutrimento per questi piccoli insetti. Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che hanno lavorato per l’evento Questo, però, è solo il calcio di inizio di una attività più importante che vedrà il nostro istituto protagonista nel prossimo periodo: la realizzazione di un vero e proprio ‘Hotel delle Api’”.

I Maneskin “zitti e buoni” conquistano l’Eurovision

Agroalimentare, la battaglia di Uila Uil Umbria