in

Ultimo saluto al principe Filippo, le lacrime della regina

PEOPLE | William e Harry a distanza, ma dopo la messa si riparlano. Le note di “God save the Queen” chiudono la cerimonia

In trenta persone come da protocollo, per l’ultimo saluto al principe Filippo, consorte di Elisabetta II d’Inghilerra. A conclusione degli otto giorni di lutto la cerimonia. Funerali non di stato come voluto dallo stesso duca di Edimburgo, morto a due mesi dal compiere 100 anni.

A salutarlo tutti i familiari più stretti, figli e nipoti, una rappresentanza dei suoi parenti del ramo tedesco, ma anche il suo braccio destro e la donna che è stata la sua più cara amica. E proprio sui nipoti, William e Harry, erano puntati i riflettori, dopo l’eco dell’intervista rilasciata dal minore dei fratelli e dalla moglie Meghan, assente ufficialmente per i rischi del viaggio essendo in dolce attesa. A dividere i due fratelli, il cugino Peter Phillips. Ma a fine cerimonia i fratelli si sono parlati. Prima uscita pubblica anche per il principe Andrea, fratello di Carlo, ritiratosi a vita privata nel 2019 dopo l’intervista sull’amicizia con Jeffrey Epstein, morto suicida in carcere dopo la condanna per abusi sessuali. Il primo ministro britannico Boris Johnson ha reso omaggio al principe Filippo via Twitter dopo i funerali. Il premier inglese ha postato una sua foto con la testa chinata e una dedica al duca. Cerimonia funebre anche a Corfù, città natale di Filippo. Il principe consorte è stato deposto nella cripta reale della St. George chappel dopo che il coro della cappella ha intonato l’inno “God save the Queen”. Rimarrà nella storia la commozione composta della regina, che per le norme anti covid ha dovuto assistere da sola, ben isolata dal resto dei partecipanti, alle esequie del marito.

#filippo #funeralefilippo #uk #elisabetta #harry #william

In casa 4 etti di marijuana e una piccola piantagione: arrestato ternano

Il sorpasso: l’Umbria prima in Italia nelle vaccinazioni, Veneto superato e Tesei meglio di Zaia. Ma ora il Governo deve far arrivare più dosi