in

Narni, la Corsa all’Anello è pronta (e le taverne sono aperte)

Ecco i workshop dell’edizione digitale

NARNI (Terni) – Saranno tre i workshop che partiranno con l’evento “Primo Aevo” della Corsa Anello (29 aprile -3 maggio). I laboratori, di drammaturgia, di cucina medievale e di cornamuse si terranno l’1 e 2 maggio per poi continuare nelle settimane seguenti. I workshop fanno capo a tre progetti distinti e rappresentano il primo step di un percorso che si snoderà nei mesi futuri. I tre laboratori verranno effettuati in videoconferenza.

Il workshop di drammaturgia sarà il primo di una serie di laboratori che avranno come finalità la creazione di uno spettacolo unico nel suo genere, che raccolga tutte le discipline e le eccellenze che la Corsa all’Anello produce da anni, dai musici alle danzatrici, dai protagonisti delle giornate medievali ai costumi storici, divenendo un vero e proprio “manifesto” della Corsa all’Anello. Fondamentale la collaborazione con Davide Sacco ed Ilaria Ceci di Narni Città Teatro, che hanno sposato e progettato l’iniziativa in perfetta simbiosi con la Corsa all’Anello, primo passo verso ulteriori future collaborazioni. Anche il laboratorio di cucina medievale rappresenta il primo step di un lungo percorso volto alla scoperta del gusto e della cultura gastronomica medievale, attraverso iniziative diversificate incentrate su specifiche categorie che consentano una conoscenza a 360 gradi come le ‘taverne mobili’ improvvisate su carri, progenitrici dello street food moderno, una ‘taverna fissa’ con cibi semplici e atmosfere fedelmente ricostruite, dai giochi da tavola ai menestrelli, ed i ricchi banchetti allestiti fra lo sfarzo delle pietanze e gli spettacoli di intrattenimento. Il percorso, ricco ed importante, sarà tenuto a battesimo da Massimo Montanari, eminenza internazionale in materia ed Elisabetta Carli, specialista di cucina medievale. Infine, il corso sulle cornamuse, che vuole intraprendere la conoscenza di un nuovo meraviglioso strumento da introdurre all’interno del corteo storico della Corsa all’Anello per arricchirlo ancor più di nuove musicalità, con un insegnante d’eccezione come Goffredo degli Esposti dell’Ensemble Micrologus, altro docente di livello internazionale. Anche in questo caso il percorso sarà composto di più tappe che aprono le porte all’intero mondo della musica medievale, che potrà essere esplorato, incentrandosi di volta in volta nei variegati strumenti che lo compongono.

I workshop verranno presentati nell’ambito del programma dell’evento “Primo Aevo” il 30 aprile alle 21 in un talk che verrà trasmesso in diretta sui canali ufficiali della Corsa all’Anello, al quale parteciperanno tutti i docenti. Il punto forte rimane comunque la gastronomia che vedrà le taverne aperte durante la festa anche se per asporto: pronti arrosticini, manfricoli, zuppa di fave e fegatelli.

#narni #corsaallanello

Amelia, il Comune rinnova i contenitori per i rifiuti

Palazzo Donini, sede della giunta regionale

Soldi alle imprese ricettive per ripartire: ecco come ottenerli