in

CiviciX, c’è l’hub anche a Città di Castello

Palazzo dei Priori, Città di Castello

Eletto il coordinatore territoriale: è l’avvocato Gambuli

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Si è costituito nei giorni scorsi l’hub “Civici Per Città di Castello”, articolazione territoriale dell’associazione umbra già operativa in tutto il territorio umbro e nell’Assemblea Legislativa regionale con il consigliere Andrea Fora, presidente dell’associazione.

L’hub ha eletto coordinatore territoriale Michele Gambuli, a cui verrà affiancato nei prossimi giorni un comitato esecutivo scelto tra i soci che hanno già aderito e che nelle prossime settimane vorranno partecipare al progetto. La nuova associazione, parte del più ampio movimento politico-culturale regionale e nazionale delle associazioni civiche, nasce con l’intento di promuovere da Città di Castello un approfondimento originale e ambizioso dei temi riguardanti lo sviluppo economico, sociale e civile dell’intera Alta Valle del Tevere, superando i limiti amministrativi (e culturali) interregionali e tale da coinvolgere il corpo e l’anima profonda della nostra gente. «Civici Per Città di Castello – spiega una nota – è radicata nella cultura della solidarietà civile che punta alla massima distribuzione (politica) delle opportunità e crede nelle peculiari, straordinarie risorse umane e materiali del nostro territorio che attendono solo di essere ordinate a sistema; è tuttavia convinta che questa consapevolezza obblighi a tradurre l’impegno politico in programmi e iniziative ispirati dalla esperienza e dalle nuove sensibilità della società. “A tal fine, entro breve tempo” – spiega il coordinatore Michel Gambuli – “avvieremo una iniziativa di consultazione generale della popolazione volta ad acquisire, da significativi settori sociali, indicazioni e preferenze in ordine ai temi politici e amministrativi di maggiore attualità e interesse (ad es.: infrastrutture, ruolo delle municipalità, accoglienza e coesione sociale, condizioni per lo sviluppo, ecc.), tali da costituire materia per i futuri programmi elettorali amministrativi e di più maturo confronto con le istituzioni e con le organizzazioni sindacali e produttive. Vogliamo partecipare al dibattito politico e cittadino, anche in vista della stagione preelettorale alle porte, non per piazzare l’ennesima bandierina con qualche candidato, ma per rimettere al centro dell’interesse pubblico le proposte e i contenuti. Vogliamo essere un soggetto indipendente ed inclusivo in grado di avvicinare alla partecipazione dei problemi della nostra città nuove energie, non chiudendoci in qualche stanza di partito per scrivere programmi elettorali ma per ascoltare le persone, i cittadini e lavorare per affrontare i tanti problemi che questa città eredita da anni di crisi insieme alle tante potenzialità che il tessuto economico e sociale di questo territorio possiede per rilanciare complessivamente l’Umbria e il Centro Italia».

#politica #cittàdicastello #civicix #andreafora #michelegambuli

Il microcredito

Più vaccini di tutti, l’Umbria (92,2) stacca il Veneto. In un giorno più di 10mila somministrazioni. E mancano ancora i farmacisti