in

Sanremo 2021, il festival è rock: vincono i Maneskin

PEOPLE | Al secondo posto Francesca Michielin e Fedez, terzo Ermal Meta a cui va il premio “Bigazzi” per la migliore composizione

Vincono i Maneskin, giovanissima band romana, capace in pochi anni di carriera di dare una chiara e netta definizione del loro stile e del loro modo di fare musica. Vince la canzone, probabilmente, meno sanremese di Sanremo, la prima rock. Al secondo posto Francesca Michielin e Fedez, a chiudere il terzetto Ermal Meta, sempre in vetta nelle classifiche provvisorie in questi giorni. A lui va il premio “Bigazzi” per la migliore composizione, assegnato dall’orchestra. A Madame il premio “Bardotti” per il miglior testo.

La proclamazione arriva a notte fonda, dopo un’altra maratona di musica e parole. Quelle di Slatan Ibrahimovic che così ha concluso il suo monologo: «Se sbaglia Zlatan, puoi sbagliare anche tu. La cosa importante è fare ogni giorno la differenza. Impegno, dedizione, concentrazione. Ognuno di voi nel suo piccolo può essere Zlatan. Voi tutti siete Zlatan e io sono tutti voi. E questo non è il mio Festival o di Amadeus, ma è il vostro. E’ dell’Italia intera. Grazie Italia, la mia seconda casa». Fiorello conquista il premio “Città di Sanremo” assegnato dal direttore artistico, Amadeus, che la taglia corta: senza di lui il festival non sarebbe stato portato a casa. E il premio non lo lascia più, “trasformato” in un maxi ciondolo, lo porterà fino alla fine della puntata. Prima dell’ultimo televoto decisivo, l’esibizione di Dardust, autore e compositore tra i migliori in circolazione, accompagnato dai tamburini della sua Ascoli. Poi sono solo coriandoli e abbracci dopo una proclamazione attesa tutti insieme. Non mancheranno altre polemiche postume, ma non sarebbe Sanremo.

#gossip #festival #sanremo

Terni, accoltellamento in centro storico: ferito un ragazzo

Accoltellamento in centro, arrestato un trentenne