in

I bimbi di Casebasse festeggiano il Pi Day

La bella lettera degli alunni della quinta della scuola primaria Sbarretti

di Andrea, Azzurra, Beatrice, Caterina, Filippo, Flavia, Giorgia, Matteo, Nicholas, Nicolò, RiccardoSa., RiccardoSc, Samira e Valerio – Classe V della scuola primaria Sbarretti

NOCERA UMBRA (Perugia) – 3,14159265358…. il numero perfetto!

Anche a Nocera, noi bambini della classe quinta della Scuola Primaria “F. Sbarretti” di Casebasse, abbiamo voluto festeggiare il “Pi Day”, cioè il giorno internazionale dedicato al Pi greco.
Studiando il cerchio per la prima volta durante le ore di matematica, infatti, abbiamo scoperto tante cose su di esso e ci siamo appassionati a questo numero magico.
Innanzitutto il Pi greco è una costante matematica che indica il rapporto tra la lunghezza di una circonferenza e il suo diametro.
Solitamente approssimiamo il valore di Pi Greco con 3,14 per semplificare i conti. In verità però, π è un numero irrazionale, cioè con infinite cifre dopo la virgola, che non si ripetono mai in modo regolare.
I primi a dare un valore a questo numero furono i babilonesi.
Riccardo Scapeccia sottolinea che è così importante da avere un giorno di festa tutto per lui. Matteo Paradisi spiega che la scelta della data è dovuta al fatto che in formato anglosassone,  il 14 marzo si indica proprio con 3.14: prima il mese, poi il giorno.
In questo giorno la matematica ci offre la possibilità di sviluppare immaginazione numerica e geometrica, quindi noi ci siamo lasciati trasportare disegnando tutto ciò che questo meraviglioso numero ci ispirava; abbiamo unito arte e immagine a figure geometriche, numeri, storia, simboli, figure e cibo.
Abbiamo festeggiato così anche noi, seppur a distanza, il giorno del Pi greco, come le grandi comunità di scienziati e ci siamo pure divertiti!

#nocera #casebasse #scuola #sbarretti #pigreco

Tommaso Zorzi sulla cresta dell’onda: concorrente, opinionista e presto conduttore

Via di Francesco: c’è il bando per la segnaletica