Botte in centro: «Tutti senza mascherine». E la rissa finisce ancora sui social

28 Marzo 2021

La rabbia dei residenti

PERUGIA – Rabbia e paura. Ma soprattutto tanta rabbia. «Perché tutti i sacrifici, l’obbligo delle mascherine, lo stare chiusi in casa diventa tutto inutile se questi continuano a fare come gli pare».

“Questi” sono i gruppi di giovani e giovanissimi che nel fine settimana si incontrano e si scontrano, a detta dei residenti, nella zona di Porta Sole. Il sabato appena passato è stato particolarmente difficile: i residenti raccontano do gruppi di 30-40 ragazzi in giro per la zona «quasi tutti con le mascherine abbassate e con birre e alcolici in mano». Animi esagitati e anche una rissa, sedata dal fuggi fuggi dopo l’arrivo dei carabinieri, ma soprattutto «almeno quattro ore di bagordi e non rispetto delle regole» con qualche residente affacciato alle finestre nel tentativo di disperdere i ragazzi o quantomeno di farli ragionare. «È una situazione insostenibile, e non solo per il degrado-racconta uno di loro – quanto soprattutto per il concreto rischio che questi atteggiamenti vanifichino gli sforzi e i sacrifici dovuti alle restrizioni. Davvero basta. Servono controlli veri, non possono bastare due volontari della protezione civile per far ragionare decine di giovani».

#perugia #rissa #controlli #sicurezza