in

Tornare in forma, i segreti del metodo Tabata usato anche da Noemi

PEOPLE | La cantante ha sorpreso tutti con un ritrovato aspetto fisico. In un’intervista a Vanity Fair l’ha detto chiaro e tondo: «Non si dimagrisce per gli altri, ma per se stessi»

Tra i protagonisti di questi ultimi giorni c’è sicuramente Noemi (nella foto dal suo profilo Instagram). La cantante è apparsa in splendida forma sulla copertina di Vanity Fair, merito di mesi di impegno e dedizione allo “star bene”. E prima di far parlare di sé per la prossima partecipazione a Sanremo, ha fatto parlare per l’ottimo risultato ottenuto, per se stessa prima di tutto – come ha ribadito chiaro e forte – per cambiare un corpo nel quale non si riconosceva più. Una trasformazione fisica, ma sottolinea ancora nell’intervista, anche mentale. Ma come ha raggiunto questo risultato?

Noemi, come molti vip e non solo, si è affidata al metodo Tabata, una metodologia di allenamento ideata dallo scienziato giapponese Izumi Tabata. E’ un allenamento anaerobico ad intervalli ad alta intensità. Di fatto consiste nella ripetizione di un esercizio alla massima potenza per un intervello di tempo stabilito prima di una pausa. Intervallo che varia: 15, 20, 30 e 60 secondi per 5-10 di pausa. Il tutto da ripetere 8 volte. E’ un lavoro indicato per chi vuole dimagrire, bruciando grassi e migliorare la propria resistenza fisica, perché accelera il metabolismo. Gli esperti consigliano comunque di abbinare sempre all’allenamento una dieta equilibrata.

#gossip #noemi #tabata #sanremo #dieta

Polizia stradale. Archivio (foto www.questure.poliziadistato.it)

La lite in autostrada finisce in pesteggio, arrestato l’aggressore

La provincia di Perugia torna arancione con il resto dell’Umbria, ma non riapre le scuole (ad eccezione dei nidi)