in

Ricercatore di Perugia insignito da Cern di Ginevra con il 2020 Cms Award

Il riconoscimento all’ingegnere Francesco Bianchi

PERUGIA – L’ingegnere Francesco Bianchi, ricercatore del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia, è stato premiato dal CERN di Ginevra con il “2020 CMS Award”.

Il prestigioso riconoscimento, come riporta una nota dell’ateneo perugino, viene attribuito da Compact Muon Solenoid (CMS), la collaborazione internazionale che gestisce uno dei principali esperimenti dedicato allo studio delle interazioni fondamentali del Large Hadron Collider del CERN di Ginevra, ed ogni anno è destinato a coloro che hanno dato un contributo straordinario al successo dell’esperimento. L’autorevole premio ottenuto da Francesco Bianchi e dall’intero team di Perugia composto da ricercatori, tecnologi e tecnici dei Dipartimenti di Fisica e Geologia, nonché di Ingegneria dell’Ateneo perugino e della sezione di Perugia dell’INFN, è giustificato – si legge nella motivazione – in virtù «del significativo contributo alle simulazioni termiche per il nuovo tracciatore di CMS», a dimostrazione di come la contaminazione tra i diversi saperi (l’ingegneria e la fisica in questo caso particolare) rappresenti uno dei punti di forza dell’Università degli studi di Perugia.

#università #perugia #unipg #cern #francescobianchi

Scritte anarchiche e incitamento alla violenza: indagati a Perugia e Terni

«L’annuncio della riattivazione del registro tumori in Umbria è rimasta una vana promessa»