Morto a 60 anni Erriquez, il volto ironico e poetico della Bandabardò

15 Febbraio 2021

PEOPLE | All’anagrafe Enrico Greppi, il frontman del gruppo folk toscano ha combattuto per anni con una malattia. Il ricordo commosso dei tanti artisti con cui ha diviso il palco

A sessant’anni Erriquez, ovvero Enrico Greppi, è morto a causa di una malattia che da anni lo aveva colpito. E’ morto nella sua abitazione di Fiesole, accanto alla moglie Silvia e al figlio Rocco, anche lui musicista. Fondatore, cantante, anima della Bandabardò, ha lasciato una lettera di commiato, apparsa sulla pagina social ufficiale del gruppo per annunciare il suo decesso.

«Ogni storia ha una sua vita e ogni vita ha mille storie. La mia vita è stata musica che accade, incontri di popoli, magie, racconti, mille soli splendenti e vento in faccia – si legge nel suo messaggio – Non ho rimorsi, non ho rimpianti, la mia vita è stata tutta un’avventura. Finalmente, dopo tanto inutile errare, ho trovato la donna perfetta e l’ho sposata, rendendola mia per sempre, la mia compagna di vita, di viaggio e di sogni, la mia migliore amica, la mia donna, mia moglie Silvia a cui devo tanto, a cui devo tutto.Sono padre felice di un figlio strepitoso, il migliore che si possa desiderare, con il sorriso più bello del mondo. Rocco. Ho goduto abbestia con i migliori compagni potessi avere, la mia Banda del cuore, la nostra creatura meravigliosa dai mille colori. In questo grande girotondo saluto e ringrazio tutti quelli che mi hanno amato e tutti quelli che ho amato, i nomi sono tanti, voi sapete chi. Un abbraccio che circonda! Aloha!!! (Erriquez)». E così la Bandabardò e la famiglia lo ricordano: «Con la Bandabardò aveva da poco festeggiato i 25 anni di carriera con un grande evento al Mandela Forum insieme a tanti artisti amici, e sin dalla sua nascita, nel 1993, il gruppo era sempre rimasto fedele a se stesso e ai suoi ideali, diventando un punto di riferimento della scena musicale degli anni ’90 e non solo, tanto che ancora oggi il coro “Se mi rilasso collasso”, continua ad essere cantato da ogni generazione. Molto riservato ma solare Erriquez si è anche battuto da sempre nel sociale sposando le cause dei più deboli.Salutiamo con gratitudine un guerriero generoso e un grande Poeta». Innumerovoli i messaggi di saluto e ringraziamento. Le migliaia di fan, ma anche i colleghi con cui Erriquez e la Banda hanno diviso un palo, da Max Gazzè a Carmen Consoli, i Litfiba e Gianni Maroccolo, bassista e produttore, che quando ancora militava nella band i Pelù, scoprì un giovane Enrico. E ancora, Modena City Ramblers, Meganoidi, Jacopo Fo e la Libera Università di Alcatraz.

#erriquez #bandabardo #gossip #maxgazze #carmenconsoli