L’“umbro” Coletto in pole position per il posto da vice Speranza nel governo Draghi. Pace o Squarta per sostituirlo

12 Febbraio 2021

POLE POLITIK di MARCO BRUNACCI | Dopo le dichiarazioni di Salvini (da Mentana) c’è chi ritiene vicino il ritorno a Roma dell’assessore alla sanità regionale. E, a quel punto, sarebbe difficile dire di no a un esponente di Fratelli d’Italia, con la supervisione della presidente Tesei. Si decide in un paio di giorni

di Marco Brunacci

PERUGIA – Il Governo dell’“umbro” (abita a Citta della Pieve) Mario Draghi potrebbe avere un altro “umbro” nel suo assetto finale, quando verranno nominati i viceministri e i sottosegretari.

Luca Coletto, assessore Veneto alla sanità dell’Umbria, leghista salviniano di ferro, potrebbe tornare a ricoprire il ruolo di numero 2 al ministero della Salute, dove e’ gia stato con la Grillo ministra e il gialloverdi sl Governo. E adesso si troverebbe nel posto giusto con il Leu Speranza, rimasto ministro.
Coletto avrebbe quindi tutte le carte in regola per riprendersi il posto lasciato con la gine del Conte I e, nel contempo, aprirebbe di nuovo il valzer delle nomine in Umbria.
Fratelli d’Italia si è agitato troppo in questi ultimi giorni, con il “fantasista” segretario Zaffini. Ma la nuova “pax teseiana” si potrebbe firmare con la Pace o Squarta all’assessorato alla sanità. O magari un personaggio di area.
Si aprirebbe una partita quindi tutta da vedere.
Naturalmente il fischio di inizio lo darebbe la partenza di Coletto. Che al momento si regge anche sulle ultime dichiarazioni (da Mentana) di Salvini. I vecchi ministri-avversari confermati, come Speranza, possono essere aiutati a cambiare registro con vice di peso, in nome del nuovo verbo unitario (in esclusivo interesse del Paese) di Draghi. Serve qualche giorno per vedere come va a finire.

#mariodraghi #governo #lucacoletto #marcobrunacci #polepolitik