in

Johnny Depp, slitta ancora il processo per diffamazione contro la ex moglie Amber Heard

PEOPOLE | L’attore ha intentato un processo per diffamazione contro la donna dopo una sua intervista

Nuovo rinvio per il processo intentato da Johnny Depp contro la ex moglie Amber Heard. L’attore ha intentato un procedimento per diffamazione contro la donna dopo le sue dichiarazioni al Washington Post nel 2018. In un’intervista l’attrice aveva raccontato di aver subito violenze domestiche.

La coppia stava affrontando già un momento notoriamente burrascoso, pur non essendo stato citato, facilmente il dito era stato puntato contro Depp che per tutta risposta aveva chiesto un risarcimento di 50 milioni di dollari. Il processo inizialmente fissato a gennaio, era stato fissato per il 7 maggio. Ma – come riporta Deadline – Bruce White, giudice capo del tribunale della contea di Fairfax, in Virginia, ha rinviato ulteriormente ad aprile 2022. Slittamenti tutti dovuti alla pandemia. L’attore dovrà aspettare ancora un altro anno per sperare di ripulire, con una sentenza favorevole, la propria immagine, già minata, anche professionalmente, da un’altra sentenza, quella che lo ho ha visto perdere contro The Sun. In quel caso, il giornale lo aveva accusato di essere un «picchiatore di donne». L’Alta Corte di Londra aveva giudicato inammissibile la denuncia dell’attore.

#gossip #johnnydepp #amberheard

Coronavirus, una luce in fondo al tunnel: calano ricoveri e terapie intensive

corsia ospedale medici

«Agnelli, Panella, Orlandi, Romagnoli e Rosignoli: il full d’assi di cui ha bisogno la sanità»