Ha dieci chili di droga in casa: anziano finisce in carcere

23 Febbraio 2021

I controlli della guardia di finanza

PERUGIA – Dieci chili di droga in casa: anziano finisce in carcere. È uno dei risultati dei controlli delle fiamme gialle del Comando provinciale di Perugia finalizzati alla repressione del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti che, malgrado l’emergenza epidemiologica in corso e le restrizioni adottate per contenerne la diffusione, non sembra subire battute d’arresto.

Dopo il fermo della scorsa settimana di un narcotrafficante di origini marocchine, che trasportava a bordo della sua autovettura 26 chili di hashish, pronti ad essere collocati sulle principali piazze di spaccio perugine, è stato intensificato il dispositivo di contrasto ai traffici illeciti.
Nell’arco di pochi giorni, grazie anche al fiuto dei cani antidroga, in un casolare appena fuori le porte della città, sono stati rinvenuti circa 10 chili di hashish, occultati in un materasso e in un armadio. Un sessantenne italiano è stato tratto in arresto e condotto presso casa circondariale di Capanne.
In zona Ponte San Giovanni, in un appartamento sono stati inoltre sequestrati 200 grammi di hashish a un cittadino marocchino che, giudicato con rito direttissimo, è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
Infine, è stata denunciata una cittadina brasiliana che deteneva nella camera da letto del suo appartamento a Giano dell’Umbria 60 grammi di hashish.
Le attività si inquadrano nell’ambito del servizio del Corpo a tutela dei cittadini e, in particolare, a protezione delle fasce giovanili, tipicamente le più esposte ai rischi derivanti dall’uso di sostanze stupefacenti.

#droga #perugia #guardiadifinanza