Festa del gatto, 7,3 milioni di amici felini nelle nostre case

17 Febbraio 2021

PEOPLE | La ricorrenza è stata creata nel 1990. “L’elogio” di Enpa: «Durante la pandemia ci hanno tenuto compagnia due volte di più di quello che fanno normalmente»

Il 17 febbraio è la Festa dei gatti. Una giornata istituita per rendere omaggio agli amici di casa più diffusi in Italia. Secondo le ultime stime disponibili, risalenti al 2019, si calcolano 7,3 milioni di esemplari diffusi in tutta la Penisola. I cani, invece, sono 7 milioni. E secondo l’Enpa, Ente nazionale di protezione animali, in questo 2021 c’è un motivo in più per festeggiare gli amici felini.

Doppi auguri, dice l’Enpa per bocca della presidente Carla Rocchi, perché in particolare nel periodo del lockdown «ci hanno tenuto compagnia e dato conforto due volte in più di quello che fanno abitualmente». La ricorrenza del Festa del gatto nasce nel 1990 per iniziativa della giornalista Carla Angeletti che dalle pagine del suo “Tuttogatto” promosse un sondaggio sulla data da dedicare agli amati animali domestici. L’opzione vincitrice fu febbraio, mese dell’Acquario, segno zodiacale che contraddistingue spiriti liberi e indipendenti, come sono i gatti. Il 17 venne scelto per sfatare la credenza che il gatto, specialmente nero, portasse sfortuna. La data della ricorrenza non è uguale in tutto il mondo, negli Stati Uniti si celebra il 29 ottobre, mentre la Giornata mondiale è stata individuata, dal 2002, l’8 agosto.

#festadelgatto #gatto #gatti #gossip