Tamponi antigenici rapidi per ritorno a scuola in sicurezza: Assofarm Umbria aderisce all’iniziativa per gli studenti delle superiori

20 Gennaio 2021

Il coordinatore regionale, Antonio D’Acunto: «Attraverso attività come questa, le farmacie pubbliche si mettono al servizio della collettività»

PERUGIA – Partirà da giovedì 21 gennaio, in Umbria, l’attività di testing e monitoraggio attivo voluta dalla Regione Umbria e dedicata agli studenti delle scuole superiori, per un ritorno a scuola in sicurezza.

Assofarm Umbria, il sindacato delle farmacie pubbliche, ha dato la sua adesione nel supportare l’iniziativa, come spiega il coordinatore regionale, avv. Antonio D’Acunto: «Abbiamo aderito a questa iniziativa – spiega il presidente di Assofarm – perché ci sembrava giusto e doveroso raccogliere la richiesta di collaborazione da parte della Regione e contribuire a questa fase delicatissima per un rientro a scuola in sicurezza». «L’obiettivo – afferma D’Acunto – è quello di testare, per dare vita a un monitoraggio costante, i ragazzi delle superiori ora che ripartono le scuole. L’attività sarà svolta attraverso dei test antigenici nasali rapidi che danno il risultato in 15 minuti». Quanto all’organizzazione del servizio, saranno istituite delle unità mobili in collaborazione con la Croce Rossa nelle diverse città dell’Umbria (sul fronte delle farmacie pubbliche hanno aderito Terni, Foligno, Città di Castello, Spoleto, Umbertide, Bastia Umbra). «A Perugia – sottolinea il presidente Assofarm – abbiamo individuato la postazione nei pressi della Farmacia Afas di Ponte D’Oddi, in virtù dell’ampio spazio adiacente il supermercato che eviterà che si creino ingorghi. Inoltre Afas si occuperà di mandare il camper mobile, o altra unità, nei comuni dove gestisce le farmacie ‘per conto’ come ad esempio Todi e Città della Pieve, laddove vi sia necessità e richiesta».

Servizio gratuito

In merito al servizio, D’Acunto aggiunge: «Sarà assolutamente gratuito e soggetto a prenotazione. A Perugia tutte le 14 farmacie facenti capo ad Afas raccoglieranno le prenotazioni; il ragazzo o la famiglia interessata potrà chiamare direttamente la farmacia, la quale si occuperà di fissare l’appuntamento. I test si potranno poi svolgere all’interno del camper mobile della Croce Rossa il martedì, il giovedì e il sabato dalle 15 alle 19 e la domenica dalle 9 alle 13». Il monitoraggio contemplerà anche un’attività di tracciamento: «L’esito del test, una volta rilevato, sarà inserito nel sistema informatico interno in uso alle farmacie».

Sinergia pubblico-privato

«Anche Federfarma aderisce all’iniziativa e ne sono davvero felice” commenta ancora D’Acunto per poi aggiungere: «Ho auspicato fin dal momento del mio insediamento di poter rafforzare collaborazione e sinergia fra pubblico e privato. E credo che su certi temi non ci si possa davvero tirare indietro». A maggior ragione il presidente di Assofarm esprime un sincero ringraziamento a tutti i soggetti coinvolti in questa iniziativa «a partire dalle farmacie pubbliche dell’Umbria». «Un ringraziamento – afferma – va alla Croce Rossa dell’Umbria, in particolare nella persona del dottor Paolo Scura, presidente regionale, che ha aderito al progetto immediatamente e con grande entusiasmo. E ovviamente anche ai vertici di Federferma, il dott. Augusto Luciani e la dott.ssa Silvia Pagliacci, con i quali ci siamo coordinati in modo collaborativo e produttivo. Infine ho il dovere morale di ringraziare i vertici della Regione che hanno dato il là a questa importantissima iniziativa e che hanno dimostrato di aver compreso le peculiarità delle farmacie pubbliche, mettendoci in condizione di erogare questo servizio. Cito, doverosamente, la presidente Donatella Tesei, l’assessore alla Sanità, Luca Coletto, il direttore generale, dott. Claudio Dario e il commissario per l’emergenza Covid, dott. Massimo D’Angelo».

#test #antigenici #umbria #assofarm