in

«Più bus, meno Dad», in piazza la protesta degli studenti

La nota di Altrascuola sul ritorno in aula in sicurezza

di Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Umbria
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – Oggi gli studenti umbri hanno gridato a gran voce in Piazza Italia a Perugia “Spegniamo gli schermi!” per ritornare al più presto a scuola in sicurezza.

La protesta, organizzata da Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Umbria, fa seguito alle rivendicazioni forti che il nostro sindacato studentesco ha continuato a portare dall’inizio di questa seconda ondata a oggi. La situazione del trasporto pubblico regionale, gli spazi inadatti e più in generale, gli investimenti insufficienti fatti dal Governo Regionale sono i principali fattori determinanti che hanno reso necessaria la proroga della riapertura, con tutte le immense difficoltà e fatiche che la didattica a distanza impone per studenti e docenti. Spersonalizzazione, alienazione, mancanza d’ascolto e di contatto con i propri compagni e le stesse discipline sono solo alcune dei problemi che la dad, che è da concepire come soluzione temporanea, non potrà mai risolvere. Dichiara Matias Cravero, coordinatore di Altrascuola: «Da tempo ormai restano sul tavolo le nostre proposte per la ripartenza in sicurezza delle scuole, che il Governo Regionale non ha ancora mai voluto davvero ascoltare. Il tempo sta scadendo, chiediamo di essere ricevuti al più presto».

#scuola #umbria #dad #trasporti

Riprendere la scuola in sicurezza: test in farmacia per studenti e docenti

Inside/Il rilancio dell’Umbria parte dai trasporti: via ai treni veloci, tagli ai bus e i soldi (in arrivo?) dei privati far decollare gli aerei