Advertisement

Il minimarket della droga? Portatile e nascosto in tasca

13 Gennaio 2021

I controlli della polizia a Fontivegge

PERUGIA – Nel pomeriggio di martedì la squadra volante, durante un servizio di controllo del territorio, ha effettuato accertamenti in un complesso residenziale nella zona della stazione ferroviaria di Fontivegge.

Advertisement

Le tre volanti giunte sul posto sono entrate all’area residenziale, contraddistinta da un vasto androne centrale al quale si poteva accedere da svariati corridoi posti nel perimetro circolare della struttura, da punti opposti, al fine di rendere difficile una possibile fuga da parte di eventuali spacciatori o criminali. Appena circoscritta la parte interna, gli agenti hanno notato immediatamente la presenza di due persone che, alla vista dei poliziotti hanno cominciato ad agitarsi e nel contempo nascondersi dietro una delle colonne del palazzo, parlottando fra loro. Avvicinati i due uomini, un cittadino extracomunitario di origini nigeriane di 22 anni il primo e un cittadino gambiano di 27 il secondo, si sono dimostrati poco collaborativi al controllo, dicendo di non aver fatto nulla di male e colpendo un agente al braccio cercando di eludere gli accertamenti. L’approfondimento dei controlli a carico del cittadino gambiano ha dato esito negativo, mentre l’uomo di origini nigeriane è stato trovato in possesso di 18 involucri di cellophane termosaldati, ben nascosti all’interno di una tasca del proprio abbigliamento, contenenti eroina. Proseguendo con il controllo a suo carico, l’uomo è stato trovato in possesso di 4 spinelli di sostanza del tipo marijuana, pronti per essere consumati e venduti, occultati all’interno di un pacchetto di sigarette, nascosto in un’altra tasca. A questo punto il 27enne ha ricominciato ad agitarsi cercando di divincolarsi per sfuggire agli agenti, che hanno quindi intuito potesse avere addosso altre dosi di droga e infatti gli hanno trovato altri due involucri trasparenti termosaldati contenenti marijuana. L’uomo, risultato senza fissa dimora sul territorio nazionale, senza alcun regolare lavoro e con numerosi precedenti per reati contro la persona e stupefacenti, è stato arrestato dagli agenti delle Volanti per i reati di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Mercoledì si è svolto il rito direttissimo nel quale l’uomo, a seguito di patteggiamento, ha ottenuto una pena di un anno di reclusione.

#droga #perugia #polizia

Advertisement