Advertisement

«Entrate in casa, la mia ragazza sta male». Ma lei sta benissimo. Con un altro

12 Gennaio 2021

Denunciato per procurato allarme: i due si sono lasciati da tempo

PERUGIA – Ha chiamato il 113 spiegando che la sua ragazza era in casa certamente bisognosa di aiuto.

Advertisement

La sala operativa allora manda una pattuglia della squadra volante insieme a un equipaggio di vigili del fuoco. E sul posto la persona responsabile della segnalazione, un cittadino peruviano di 23 anni, spiega che la ragazza in questione era la propria fidanzata e che non era da lei non rispondere alle telefonate e che quindi, «certamente», le era successo qualcosa. I vigili del fuoco aprono la porta dell’appartamento ed entrano in casa trovando però la ragazza in perfetto stato di salute, spaventata da quanto accaduto, riferire che sì in passato aveva avuto una relazione sentimentale con l’uomo ma che allo stato attuale risultava interrotta. La ragazza, ventenne di nazionalità italiana, al momento del controllo risultava in compagnia di un cittadino originario dell’Ecuador di 22 anni. Gli agenti, compresa la natura strumentale della richiesta di intervento, una volta condotti tutti i dovuti controlli e l’identificazione dell’uomo, lo hanno denunciato per il reato di procurato allarme.

#perugia #polizia #procuratoallarme #ex

Advertisement