in

Da Nocera Umbra due percorsi scolastici per raggiungere il mondo

L’Istituto superiore Sigismondi e la sfida per il futuro

NOCERA UMBRA (Perugia) – Può capitare che si circoli per Nocera in un sabato qualunque e che si incontrino personaggi del passato, con abiti del tempo, quasi fossero usciti dalle memorie storiche dei nocerini più appassionati: Orsolina, la famiglia Trinci, ma anche Cinicchia e loschi figuri al suo seguito. Ma, a guardarli bene, si riconoscono i volti dei nostri ragazzi, diventati attori di riprese cinematografiche, che saranno utilizzate per un grande videogioco sul Palio dei Quartieri.

Il tutto grazie al PON “Digi-Zen cittadini digitali” e Cracklab di Foligno. Da ricordare anche i numerosi progetti Erasmus multilaterali che, nonostante la pandemia attuale, vedono l’Istituto superiore nocerino partner di Paesi europei, con la nostra scuola capofila, dai quali prendono vita gruppi multiculturali di studenti ed insegnanti, che si scambiano buone pratiche e che insieme costruiscono cultura. La fisionomia dell’Istituto superiore Sigismondi, nei suoi due indirizzi di studio, è proprio questa: radicarsi al territorio per prendere il giusto slancio e raggiungere il resto del mondo.
Il Liceo delle Scienze Umane assicura allo studente una formazione culturale completa, fondata sullo studio delle discipline di indirizzo, fra le quali la Psicologia e la Filosofia, garantendo anche un’importante preparazione nelle lingue straniere, con percorsi di francese e spagnolo nel biennio, affiancati all’inglese curricolare. Significativa anche la formazione scientifica, con attività laboratoriali appassionanti anche per lo studioso umanista. Dal terzo anno sarà possibile intraprendere percorsi universitari, tramite una convenzione con l’Università per Stranieri, e sostenere esami per un totale di 18 CFU, che verranno formalmente riconosciuti dall’Università. «Fra i percorsi si nomina il Giapponese, vera attrazione per i nostri studenti», ricordano dal Sigismondi. Al liceo si è avviata anche la didattica con iPad Apple, che ai libri cartacei abbina la tecnologia più all’avanguardia e prepara alla modernità. Il diplomato liceale può accedere a tutti i corsi universitari, che spaziano dalla formazione umanistica (Lettere, Lingue, Giurisprudenza) a quella specifica di indirizzo e per l’insegnamento (Psicologia, Scienze della formazione primaria, Scienze dell’educazione); sono incluse anche le facoltà scientifiche (Scienze infermieristiche, Biologia, Scienze Naturali), perché la formazione liceale si caratterizza sempre per la sua completezza.

L’Istituto Tecnico Industriale Elettronico-Elettrotecnico assicura allo studente una solida preparazione professionale, che lo rende competitivo sul mercato del lavoro, insieme ad una formazione intellettuale che gli apre le porte delle più importanti Facoltà scientifiche (Ingegneria, Informatica, Matematica).
Dopo un biennio comune a tutti gli istituti tecnici, la scuola offre esperienze di alternanza scuola-lavoro di alto valore formativo, grazie a solide collaborazioni con aziende leader del territorio e multinazionali del settore elettro-meccanico, oltre al nuovo percorso formativo per il conseguimento del “Patentino della Robotica”. Nel corso del quinquennio, lo studente affronta discipline come elettronica, informatica, lab. elettro-meccanico e robotica; la didattica è fondata su attività laboratoriali, costantemente documentate anche dai nostri canali social, con uno sguardo sempre attento all’innovazione tecnologica.
Una recente statistica sui diplomati degli ultimi anni, divulgata anche dalle fonti di informazione locali, ha messo in risalto che quasi il 90% di essi ha trovato un’occupazione dopo il diploma, in settori come l’energia, l’impiantistica, le telecomunicazioni e i trasporti; altri, iscritti all’Università, hanno conseguito buoni risultati anche in facoltà complesse come Ingegneria.
Tra i progetti comuni alle due scuole, oltre ai già citati Pon e Erasmus+, ci sono:
la didattica integrata tramite piattaforma Google Education; le certificazioni linguistiche Trinity e Cambridge, arricchite dalle mobilità all’estero; il progetto “Legalità” e lo sportello psicologico d’ascolto e supporto; il progetto “Creadig”, per produzioni multimediali nel campo della realtà virtuale e aumentata. I ragazzi e le ragazze interessati a conoscere da vicino la vitalità dei nostri due indirizzi potranno partecipare ai laboratori pomeridiani organizzati in dicembre e gennaio dagli studenti e gli insegnanti del superiore, e vivere da protagonisti l’esperienza della nuova scuola (Programma dei microstage laboratoriali nel sito dell’Istituto e nei canali social della scuola).

Con le famiglie potranno visitare l’Istituto negli open day programmati nelle seguenti giornate: 9, 16, 17, 23 gennaio, dalle 15.30alle 19.30. I visitatori potranno accedere ai locali dell’Istituto a gruppi di 6 persone per ogni indirizzo di studi, nel rispetto della normativa anticovid. «I due indirizzi di scuola superiore, insieme all’intero Istituto Omnicomprensivo – concludono dalla scuola -, costituiscono un vanto per la nostra comunità, fiore all’occhiello di un territorio vitale che, pur arroccato nelle sue splendide mura medievali, spalanca le porte al mondo e si relaziona con esso con la competenza e la professionalità che in tutte le parti ci vengono riconosciute».

#nocera #istitutosuperiore #sigismondi #istruzione

«Ragazzi, diventate geometri: c’è lavoro e bisogno di voi»

Bambini, militari e vigili: è arrivata la Moto Befana