Covid, in Umbria iniziata la somministrazione della seconda dose dei vaccini

18 Gennaio 2021

Il piano

PERUGIA – È partita puntualmente al ventunesimo giorno, nella primissima mattinata di lunedì 18 gennaio all’ospedale di Perugia, la somministrazione della seconda dose del vaccino anti-covid al personale sanitario vaccinato lo scorso 27 dicembre a Spoleto.

A 21 giorni esatti dal Vaccine-day, infatti, come riporta una nota dell’Azienda ospedaliera di Perugia, tutti i primi vaccinati contro il coronavirus nel Paese e in tutta l’Unione Europea si sottopongono al richiamo previsto dai protocolli del vaccino Pfizer, necessario a raggiungere l’efficacia dichiarata dai produttori. All’ospedale Santa Maria della Misericordia la prima a ricevere la seconda dose, è stata la professoressa Daniela Francisci, direttore della struttura complessa di Malattie Infettive, e poi a seguire gli altri professionisti sanitari, compreso il primo team vaccinale diretto dalla dottoressa Tiziana Fiordi medico del lavoro. Tutti i sanitari vaccinati sono in ottime condizioni di salute e non si sono verificate reazioni avverse derivanti dalla somministrazione. L’avvio della fase dei richiami proseguirà nei prossimi giorni senza difficoltà ha sottolineato la dottoressa Simona Bianchi, direttore sanitario dell’Azienda ospedaliera di Perugia: «Grazie alla pianificazione regionale abbiamo conservato tra il 30 e il 40 per cento delle ultime dosi disponibili in modo da avere tutti i vaccini necessari al momento del bisogno e non allungare il periodo tra la prima somministrazione e il richiamo. Oggi, dopo aver somministrato le seconde dosi, abbiamo proseguito le vaccinazioni al personale sanitario e agli specializzandi contando in settimana di terminare i nostri dipendenti. Il bilancio è più che positivo – continua – circa 4.000 vaccinati nel nostro punto vaccinale a testimonianza del grande lavoro organizzativo svolto in sinergia con l’Assessorato alla Salute, con la Direzione regionale e con la Usl Umbria 1 con la quale collaboriamo per le vaccinazioni del loro personale afferente ai Distretti del Perugino, dell’Assisano e del Lago Trasimeno. Un sentito ringraziamento ai 6 team vaccinali che stanno lavorando ininterrottamente dallo scorso 31 dicembre in maniera ottimale e in perfetta sinergia».

#coronavirus #umbria #covid19 #vaccino #richiamo