in

Per non far sentire soli gli anziani, Croce rossa e Comune regalano cellulari

La donazione

UMBERTIDE (Perugia) – Cellulari per far sentire meno soli gli anziani della Residenza Balducci durante le festività natalizie, avvenuta la donazione da parte della Croce rossa italiana e dell’amministrazione comunale.

Telefoni cellulari per far stare in contatto con i propri cari durante le festività natalizie gli anziani ospitati nella Asp Istituti Riuniti di Beneficenza-Residenza protetta Balducci. Nei giorni scorsi sono stati consegnati sette telefonini agli ospiti della struttura di via dei Patrioti che ne hanno fatto richiesta. Alla consegna erano presenti il sindaco Luca Carizia, l’assessore alle Politiche sociali, Sara Pierucci, il neo presidente degli Istituti Riuniti di Beneficenza (II.RR.B. in sigla), Massimo Giovannoni, il vicepresidente dell’II.RR.B. Adriano Giubilei, il presidente del comitato locale della Croce Rossa Italiana, Francesco Serafini e la referente dell’Unità Territoriale della Cri di Umbertide, Neusa Dos Santos. I telefoni consegnati dalla Croce rossa italiana fanno parte di una donazione di svariate unità effettuata da una società di telefonia nota a livello nazionale alla Cri e poi distribuiti sull’intero territorio italiano. Un modo, questo, che potrà aiutare gli anziani a sentirsi meno soli ed isolati in questi periodi di ristrettezze sociali legate all’emergenza sanitaria. Ai cinque consegnati dalla Cri se ne sono aggiunti ulteriori due donati dall’amministrazione comunale.
«Far sentire gli anziani del Centro Balducci meno soli durante queste festività e dare loro la possibilità di sentire con questi apparecchi i propri cari nel periodo del Natale è un regalo di grande valenza e per questo vogliamo esprimere il più sentito ringraziamento alla Croce Rossa Italiana per la donazione effettuata. Come amministrazione abbiamo abbracciato questo progetto e abbiamo voluto consegnare altri apparecchi per soddisfare tutte le necessità degli ospiti degli Istituti Riuniti di Beneficenza che ne avevano fatto richiesta». Dal sindaco sono arrivati anche gli auguri di buon lavoro e di proficua collaborazione a Massimo Giovannoni che, come è stato reso noto nell’ultima seduta del Consiglio comunale, è stato nominato dal Comune presidente degli Istituti Riuniti di Beneficenza dopo che la presidente uscente, Chiara Ciarapica, alla quale vanno i ringraziamenti da parte dell’Amministrazione per l’opera svolta, ha lasciato l’incarico per motivi personali. Dal vertice degli Istituti Riuniti di Beneficenza è stato espresso un grazie alla Croce Rossa Italiana e all’amministrazione comunale per gli apparecchi donati agli ospiti della struttura.
Dice il presidente del comitato locale della Croce Rossa Italiana, Francesco Serafini: «I telefoni consegnati fanno parte di una donazione della Società Brondi alla Cri. Procede così la nostra attività sul territorio a supporto della collettività per l’emergenza Covid-19. Svariati sono stati i servizi messi in campo dalla nostra associazione da marzo di quest’anno a fianco delle amministrazioni locali ed in collaborazione con le altre associazioni del territorio. Per citarne alcune: pre-triage presso l’ospedale di Umbertide, consegna spesa e farmaci, pagamento bollette, supporto alle famiglie dell’Alta Valle del Tevere in difficoltà, consegna buoni spesa e pacchi alimentari, trasporti socio-sanitari, orto solidale. Molteplici sono stati i chilometri percorsi con i nostri mezzi e le ore prestate dai volontari per rispondere alle richieste di tutti. La Croce Rossa locale, con il continuo e lodevole lavoro dei volontari, ha soddisfatto le richieste di 1.563 nuclei familiari per un totale di 5.788 cittadini, così suddivisi: consegna spesa e farmaci per 926 famiglie per totali di 3.422 cittadini; consegna buoni spesa per un valore complessivo di 32mila euro, rivolti a 208 famiglie per un totale di 635 cittadini; consegna pacchi viveri per 429 famiglie per totali di 1.731 cittadini. Quanto abbiamo fatto è stato possibile anche grazie alla generosità di aziende e cittadini che hanno effettuato donazioni sia in denaro che in beni materiali».

#anziani #umbertide

Tesei: «In queste feste rispettate le regole, anche quelle che magari non capite. E non fatevi troppe domande, sapendo che la finalità è buona»

Umbria regione a rischio? No, il solito equivoco dell’Rt. E invece sui vaccini va in scena un dibattito surreale