in

L’ottimismo per il 2021 nel calendario dell’Automobil club di Perugia

Un’edizione antologica tutta da sfogliare

PERUGIA – Un calendario antologico’con alcune delle foto scattate nel corso degli anni e utilizzate nelle precedenti edizioni, intriso di un messaggio di ottimismo e del «desiderio di vittoria contro un periodo complesso com’è quello attuale».

Così il calendario dell’Automobile club di Perugia si propone per il 2021, ripercorrendo la sua storia iniziata grazie a un’idea del presidente Ruggero Campi e del consigliere del club Luigi Gargiulo. «Sono particolarmente felice – ha commentato Ruggero Campi – di presentare anche per il 2021 il calendario dell’Automobile Club Perugia, ormai una tradizione che dal 2006 accompagna i nostri soci. Ben 15 anni di intenso lavoro portato avanti da Luigi Gargiulo con il fine di commemorare e rendere fruibile alla maggior parte degli utenti la storia dell’auto». «In prima copertina – ha spiegato Gargiulo – è rappresentata l’’Alfetta Tipo 159’ Alfa Romeo che, a partire dal 1950, vinse numerosi Grand Prix mondiali, mentre la seconda copertina è dedicata alla ‘bruciante’ ripartenza della bellissima Jaguar Hwm del 1950». Momenti, appunto, di grande entusiasmo che vogliono essere di buon auspicio per il futuro.

«Un ringraziamento particolare – ha concluso il presidente Campi – intendo rivolgere al Gruppo Cancellotti che per diversi anni ci è stato a fianco e a Domauto che anche quest’anno ha voluto condividere con Ac Perugia la passione per l’automobile. Il Calendario è bellissimo grazie anche alle sensazioni che riesce a suscitare scorrendo le foto realizzate nel tempo dall’amico Gargiulo». I dodici mesi dell’anno sono infatti accompagnati da altrettante foto che ritraggono soggetti e personaggi umbri, momenti di sport automobilistico all’Autodromo dell’Umbria a Magione e scatti realizzati in alcuni Musei automobilistici italiani, Alfa Romeo, Lamborghini e Maserati.

#perugia #aci #automobilclub #calendario #2021

«Umbria sempre più “anziana”: trasformare il welfare per combattere lo spopolamento»

Misericordia di Magione, 3mila servizi attivati dalla Confraternita