Cercano funghi e aiutano a trovare la droga nel bosco

10 Dicembre 2020

L’operazione dei carabinieri tra Corciano e Magione

CORCIANO (Perugia) – Due chili di droga in mezzo ai boschi. È ciò che hanno trovato i carabinieri di Perugia, impegnati in massiccio dispositivo di rafforzamento dei servizi di controllo del territorio, non solo nell’acropoli ma anche nell’hinterland perugino, finalizzato al contrasto delle forme di illegalità che destano maggiore allarme sociale e, in particolare, degli illeciti traffici di sostanze stupefacenti.

Qualche pomeriggio fa, i militari hanno sequestrato, in una zona agreste in località Borgogiglione, tra Magione e Corciano, circa due chili di cocaina, confezionati in due panetti, di 1 chilo ciascuno, avvolti in cellophane trasparente . L’operazione è scaturita a seguito di segnalazioni giunte nei giorni precedenti, da parte di alcuni cercatori di funghi della zona, che riferivano di un via vai di soggetti all’interno dell’area boschiva. Individuato il luogo oggetto di segnalazione, i militari hanno iniziato una sorta di rastrellamento, per riuscire a individuare un luogo idoneo a occultare qualcosa di verosimilmente illecito. A un certo punto, i carabinieri hanno notato un mucchio di sassi, a pochi metri dalla strada asfaltata, che avrebbe potuto prestarsi a ipotetico nascondiglio.
Dopo una meticolosa ricerca, in un’insenatura posta tra due grossi sassi, opportunamente celati sotto piccole pietre e foglie, sono stati rinvenuti i due panetti di sostanza stupefacente, che il narcotest ha confermato essere cocaina.

#droga #cocaina #corciano #perugia