Advertisement

Una poltrona multifunzionale per pazienti con la Sla in ricordo di Isabella

23 Novembre 2020

La donazione dei familiari

PERUGIA – Il personale sanitario della struttura complessa di Neurofisiopatologia Centro di riferimento SLA, dove Isabella Carco è stata curata per anni, la ricorda come esempio da proporre.

Advertisement

Donna capace di accettare le conseguenze di una malattia, irreversibile, diagnosticata all’età di 60 anni, Isabella, origini piemontesi, residente a Bastia umbra, dove gestiva un esercizio commerciale, scomparsa nel 2019, ha voluto lasciare una testimonianza tangibile della sua presenza in quel reparto, in segno di gratitudine per chi l’ha assistita. Negli ultimi mesi, nonostante l’aggravarsi delle sue condizioni cliniche, valorizzando innate capacità artistiche ha realizzato piccoli oggetti in legno raffigurati i protagonisti del presepe di Natale ed altre addobbi artigianali di grande originalità, che ha poi messo in vendita ai mercatini. Il ricavato, così come aveva sollecitato ai familiari, doveva essere destinato all’acquisto di una seggiola polifunzionale , utile ai pazienti ricoverati, per trascorrere alcune ore della giornata usufruendo di un confort migliore. Questa mattina, lunedì 23 novembre, presente una delle figlie, Gaia, la poltrona mobile è stata consegnata alla struttura diretta dalla dottoressa Teresa Cantisani, che ha voluto soffermarsi sulle qualità umane della paziente e sulla utilità della donazione: «Isabella era una vera combattente, sempre propositiva, ci aveva pagarla di questo suo progetto ed ora sia orgogliosi al pari dei familiari che si sia realizzato. Ne onoriamo la memoria – sottolinea- ricordando la fierezza e un gesto di grande umanità».

#ospedale #perugia #sla

Advertisement