Advertisement

Si finge della Cgil e truffa un anziano

15 Ottobre 2020

La segretaria del Sunia Cristina Piastrelli: «Noi non facciamo porta a porta, non fate entrare chi usa il nostro nome»

PERUGIA – Truffato da una donna che si spaccia per una rappresentante del Sunia, il sindacato degli inquilini della Cgil, e, dopo aver ottenuto la fiducia della vittima, gli entra in casa, lo convince a farsi dare il bancomat e poi scappa con i soldi. Vittima di questo raggiro è un anziano cittadino di Perugia, da tempo iscritto al Sunia, il quale, proprio sentendo nominare la sigla conosciuta, ha aperto le porte di casa alla truffatrice.

Advertisement

Quest’ultima, tra l’altro, si è anche spacciata per la sorella di Cristina Piastrelli, segretaria provinciale del sindacato inquilini e persona fidata per l’anziana vittima. «Mi sono recata in questura per denunciare questo gravissimo episodio, che vede come vittima un nostro iscritto, una persona che conosco bene e che si è fidata proprio perché ha sentito il mio nome e quello del nostro sindacato – spiega Cristina Piastrelli – Ci tengo quindi a rivolgere un appello a tutti, iscritti e non, alla massima attenzione: non fidatevi di chi, magari spendendo il nostro nome, vi chiede di entrare in casa, perché il Sunia non fa attività porta a porta. E ancora di più diffidate di chiunque vi chieda soldi, pagamenti o altro. Gli inquilini che rappresentiamo – conclude Piastrelli – sono nella maggior parte dei casi persone anziane, deboli e fragili, approfittarsene vuol dire essere davvero senza scrupoli».

#truffa #perugia #sunia #cgil

Advertisement

This website uses cookies.