Advertisement

Controlli anti Covid: solo un locale non rispetta le regole

25 Ottobre 2020

I servizi interforze nel weekend

PERUGIA – A essere sanzionato a seguito dei controlli anti Covid, solo un locale, beccato a vendere bevande oltre l’orario consentito, mentre tutti gli altri hanno dimostrato di rispettare le regole.

Advertisement

Questo il risultato dei controlli effettuati durante degli articolati servizi disposti nelle trascorse serate del week end dal questore di Perugia Antonio Sbordone, nell’ambito degli obiettivi condivisi in sede di Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Armando Gradone, attuati in stretta sinergia con l’Arma dei carabinieri, la guardia di finanza, la polizia provinciale, la polizia locale del Comune di Perugia e la protezione civile. Controlli che, come sottolinea una nota della questura, hanno registrato una sostanziale comprensione e condivisione da parte dei cittadini e degli esercenti della necessità di osservare le misure disposte per il contenimento del contagio epidemiologico. L’attività di controllo è stata preceduta da una puntuale opera di sensibilizzazione e chiarimento delle restrizioni in vigore, rivolta a coinvolgere gli esercenti che, nella stragrande maggioranza, hanno risposto positivamente all’ esigenza di condivisione e di collaborazione in questa delicata fase.

La scelta di adottare un atteggiamento persuasivo, improntato alla collaborazione, al dialogo e all’equilibrio, ha, fino ad ora – insistono da via del Tabacchificio -, fatto registrare risultati positivi e solo chi, malgrado tutto, non si è adeguato alla necessità di osservare le regole a tutela della salute pubblica, è stato sanzionato. Come in effetti è accaduto appunto a un locale del centro storico di Perugia che ha continuato a somministrare bevande oltre l’orario di apertura, mentre altre situazioni sono al vaglio. Nella serata di sabato, in particolare, il monitoraggio eseguito nell’ambito dell’articolato servizio di controllo nei confronti del locali cittadini di maggior richiamo ha consentito di verificare, a parte il caso citato, la regolarità e il rispetto delle norme sia da parte degli esercenti che da parte dei cittadini, che peraltro sono stati informati sui corretti comportamenti da osservare dai numerosi volontari della protezione civile, che, con il loro importante contributo, hanno inciso grandemente nell’attività mirata a creare la condivisione dell’obiettivo della prioritaria tutela della salute da parte di tutti i soggetti responsabili.

#perugia #controlli #polizia

Advertisement

This website uses cookies.

%%footer%%