Advertisement

“Coca” e denaro a Città di Castello: in manette due giovani

16 Ottobre 2020

Arrestati dai carabinieri e portati in carcere a Perugia: dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Nella serata ieri i carabinieri del Norm di Città di Castello, insieme a quelli da quelli dell’aliquota Radiomobile, hanno arrestato due persone in flagranza di reato per detenzione e spaccio di stupefacenti: cocaina, in particolare, ben 20 grammi.

Advertisement

Nell’ultimo periodo ai militari erano arrivate numerose segnalazioni riguardo a due uomini, verosimilmente stranieri, visti aggirarsi in maniera sospetta tra le frazioni a sud e quelle a nord di Città di Castello. Gli accertamenti avevano peraltro già consentito ai militari di individuare i due, fermati pochissimi giorni fa a Coldipozzo a bordo di un’Alfa 147. Ma i controlli in quel caso avevano dato esito negativo, non essendo stati rinvenuti stupefacenti nell’auto.

I carabinieri però non hanno mollato, fino alla serata di ieri, quando al termine di un mirato servizio di osservazione, controllo e pedinamento, hanno deciso di intervenire fermando di nuovo i giovani, stavolta a bordo di una Golf, mentre viaggiavano nella frazione Cerbara. I due, un 25enne ed un 31enne di nazionalità albanese, residenti in un’area a cavallo tra le province di Firenze e Pisa, hanno ostentato la solita sicurezza, ma… purtroppo per loro, questa volta, la perquisizione è andata in maniera diversa.

La droga era nascosta in un vano occultato tra la tappezziera dell’auto. Nelle tasche dei fermati, peraltro, i militari hanno anche trovato oltre mille euro in contanti, possibile provento dell’attività di spaccio. Per i due giovani sono quindi scattate le manette, il sequestro di droga e denaro, ma anche del telefono cellulare che i carabinieri ritengono venisse utilizzato per tenere i contati con gli acquirenti.

Al termine della stessa serata, 25enne e 31enne sono stati portati in carcere, a Perugia, a disposizione dei magistrati della procura. Il reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, del quale sono accusati, prevede pene fino a quattro anni di reclusione.

#droga #cocaina #carabinieri

Advertisement

This website uses cookies.