Advertisement

«Volontariato, potenziare l’attività dell’Unità Spinale»

13 Settembre 2020

L’incontro con la dirigenza dell’ospedale Perugia e il sindaco Andrea Romizi

PERUGIA – L’Osservatorio regionale dedicato alla cura e al recupero dell’autonomia e dell’indipendenza delle persone che subiscono un danno al midollo spinale – circa 30 nuovi casi all’anno e al mantenimento della salute di circa 450 persone con lesione midollare stabilizzata in Umbria – è stato promotore di un approfondito incontro tra il Commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera di Perugia Marcello Giannico, il cavalier Raffaele Goretti per l’Associazione paraplegici umbri e la responsabile della struttura complessa di Unità Spinale Unipolare di Perugia, Maria Cristina Pagliacci.

Advertisement

L’incontro è avvenuto alla presenza del sindaco di Perugia Andrea Romizi, del vicesindaco Gianluca Tuteri e del consigliere Giacomo Cagnoli. Nella riunione sono state affrontate le questioni legate alle attività della struttura ospedaliera. Il rappresentante dell’associazione ha sollecitato un incremento di posti letto – dagli attuali 12 a 18- ed un potenziamento dell’offerta delle attività ambulatoriali riabilitative, neuro-urologiche e neurologiche. «Teniamo sempre a mente – ha detto Goretti – delle complessità legate a gravi complicanze internistiche e cutanee, oltre a quelle psico-sociali legate al progetto della presa in carico delle persone con lesione al midollo spinale». È stato anche affrontato il problema legato alla riabilitazione in acqua con il recupero della piscina presente nella struttura di Unità Spinale.

#perugia #unitàspinale

Advertisement