Advertisement

«Scuola, 35 classi senza ancora un’aula: incertezza per quasi mille studenti»

27 Agosto 2020

Dura presa di posizione di Altrascuola in vista della riapertura di settembre

di Altrascuola – Rete degli studenti medi Umbria

Advertisement

(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – Mancano meno di 18 giorni alla riapertura delle scuole e la Regione Umbria non è pronta a far riprendere la didattica a migliaia di studenti delle scuole superiori umbre.

Vi è prima di tutti il problema urgentissimo e fondamentale degli spazi. I dati mostrano che vi sono ben 35 classi nella sola Provincia di Perugia che ad oggi non hanno ancora un’aula a disposizione: ben 20 di queste nel Liceo Galilei di Perugia, ma ci sono criticità anche allo Jacopone da Todi e al Pieralli (5 aule mancanti per ciascun istituto). Stimiamo che siano più di 900 gli studenti per i quali è ancora incerta la sistemazione e le alternative proposte non sembrano percorribili. Grande confusione poi versa sul fronte dei trasporti, ma la questione è molto più semplice: il servizio era insufficiente anche prima dell’emergenza covid-19 sia negli orari, sia nella diffusione. È il momento di stanziare fondi affinché siano garantiti trasporti sicuri e adeguati a tutti gli studenti del territorio.

Dichiara Matias Cravero – coordinatore di Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Umbria: «Nella situazione di generale incertezza è secondo noi inopportuno che esponenti del governo regionale leghista e parlamentari dello stesso colore giochino allo scaricabarile delle responsabilità con il Ministero: le criticità sul piano nazionale ci sono senza dubbio, ma è piena responsabilità delle istituzioni locali trovare spazi adeguati e investire a sufficienza nel diritto allo studio regionale per rappresentare un modello virtuoso tra le regioni del Paese».

#scuola #perugia

Advertisement