Advertisement

Checco Zalone sceglie l’Umbria per le vacanze e il web scopre la regione umile di Beckham, Sheeran, Lucas e Mario Draghi

24 Agosto 2020

POLE POLITIK di MARCO BRUNACCI | Agriturismo a mezza collina con piscina a sfioro e serenità garantita per l’attore e regista recordman di incassi del cinema italiano, che lo racconta su internet e fa fare subito il pieno di like alla regione

di Marco Brunacci

PERUGIA – Prima o poi finirà questa follia della gestione del virus con tanta gente che non sa nulla ma che dice di tutto, con tanta gente che lo usa per speculazioni politiche, con tanta informazione che parla di virus non verificando nulla di nulla, non contestando a chi parla neanche le più clamorose incongruenze, rinunciando a essere interlocutori e preferendo essere megafoni di questo o quello, con tanta scienza che non ammette di non sapere e fa guasti irreparabili per vanità o certe volte per cupidigia, con tanta politica miope e meschina che ha abdicato al suo ruolo di rappresentante del popolo per rappresentare solo se stessa e i pochi interessi che direttamente la sostengono. Primo o poi finirà questo brutto spettacolo.

Advertisement

E allora cominciamo fin da ora a goderci qualche bella notizia: l’Umbria “bella e sicura”, secondo lo slogan fortunato di una regione che ha scelto il low profile perché non ha i numeri per fare altro ma anche perché ha l’abitudine di confrontarsi con i suoi limiti e non avere il tempo per coltivare manie di grandezza, segna una serie di punti a suo favore nel turismo che è una soddisfazione sottolineare: Checco Zalone è arrivato in Umbria (agriturismo riservatissimo, piscina a sfioro, mezza cosa, serenità come solo l’Umbria sa dare) e ci ha messo solo pochi giorni per innamorarsene e dire che è contento di esserci via internet, facendo battute su quelli che a Ostia tornano al cinema (distanziati) a vedere il suo ultimo film.
Checco Zalone si aggiunge a quelli che già passano l’estate tra queste colline, umili e così ricche di tradizione e storia, George Lucas e le sue guerre stellari, Mario Draghi, Ed Sheeran, David e Victoria Beckam, Luca Argentero.
Checco Zalone in Umbria è diventato testimonial volontario di un modo di vivere la natura e la bellezza e l’equilibrio e la grandezza di una regione che deve solo smettere di avere complessi di inferiorità e proporsi forte e bella come è e sa.
La bella prova che sta dando il turismo in Umbria sarà una rondine sufficiente a fare primavera nel cupo autunno che sta per iniziare? Nessuno sa e nessuno può dire. Ma se l’atteggiamento e lo spirito è lo stesso con il quale si è affrontata l’estate non c’è brutta stagione che tenga.

#checcozalone #umbria #marcobrunacci #polepolitik

Advertisement