Advertisement

Nicoletta Spagnoli in pole position per rilanciare l’aeroporto San Francesco

4 Luglio 2020

POLE POLITIK di MARCO BRUNACCI | Vento di cambiamento: i rumors accreditano l’imprenditrice per la leadership di Sase. Intanto gran dibattito sulle nomine: data in arrivo a Sviluppumbria Michela Sciurpa (e si appanna la stella Agostini). I primi nomi per la presidenza di Confindustria

di Marco Brunacci

PERUGIA – I nomi erano diversi, adesso si sta andando a stringere. L’aeroporto (con la società di gestione Sase) cambia modello di governance ma anche persone alla guida. E succede che in pole position per il rilancio del malmesso aeroporto perugino c’è adesso Nicoletta Spagnoli. Se l’iter si chiuderà sulla imprenditrice perugina, come dicono i rumors ora più accreditati, significa che davvero si va verso una nuova stagione e che ci sono reali possibilità di un cambio di rotta per uno snodo delicatissimo nella battaglia contro lo storico isolamento dell’Umbria.

Advertisement

Finora l’aeroporto umbro San Francesco non è stato tenuto nella dovuta considerazione. Gli effetti sull’economia regionale, a partire dal turismo, sono invece tanti e tutti rilevanti. Se davvero Nicoletta Spagnoli arrivasse alla guida della Sase, cambierebbero in maniera radicale le prospettive.
È fin troppo facile prevedere che l’imprenditrice perugina non legherebbe mai il suo nome a un progetto modesto. Non solo: sarebbe probabilmente l’unica a tenere strette intorno a sé tutte le componenti variegate della Sase. Camera di commercio (Mencaroni), grande azionista di Sase, la apprezza e così anche la nuova presidenza (Cristina Colaiacovo) di Fondazione Cassa di Perugia (la Spagnoli non è stata certo un ostacolo alla sua incoronazione). Regione e Comune di Perugia (ma anche quello di Assisi) la considerano una svolta.
Vince il cambiamento, vince un vento forte di rilancio. E la giunta Tesei avrebbe motivo per appuntarsi al petto una medaglia. Sempre che qualcosa non si inceppi.
In questi giorni si sta molto discutendo di nomine, un effetto a catena dopo l’insediamento di Cristina Colaiacovo. E allora: sembra fatta a Sviluppumbria per Michela Sciurpa, imprenditrice anche lei, ma anche più volte candidata di Fratelli d’Italia (e a Sviluppumbria e in Regione sono sempre di meno quelli convinti della possibilità di permanenza di Mauro Agostini alla direzione generale).

Non solo: è già partita la lunga volata verso la nuova presidenza di Confindustria regionale (il presidente Alunni resterà fino a settembre 2021). Da Coccetta a Bazzica a Mariotti (gruppo Cancellotti) i candidati in pectore già ci sono, ma è ancora presto oggettivamente per una solida alleanza in vista della nuova governance. Alla ricerca di una soluzione non squilibrata tra i leader attuali del panorama industriale umbro: Colaiacovo e Cucinelli (qualcuno avrà ripensato al neocavaliere Campanile?).

#perugia #umbria #aeroporto #nicolettaspagnoli #marcobrunacci #polepolitik

Advertisement