Advertisement

Irene Grandi illumina i 18 anni di Musica per i borghi

21 Luglio 2020

Versione ridotta per il festival ma lo spettacolo è assicurato. Tutto il programma

MARSCIANO (Perugia) – È una versione ridotta quella che caratterizzerà l’edizione 2020 del festival di Musica per i Borghi, con tre serate, dal 21 al 23 agosto, a Marsciano.

Advertisement

Quello che non si riduce è la qualità della proposta artistica che quest’anno porta uno dei grandi nomi della musica italiana, Irene Grandi. Una cantautrice in continua evoluzione che in oltre 25 anni di carriera ha saputo appassionare fan di tutte le età grazie alla sperimentazione di generi diversi e ad una straordinaria capacità di raccontare le forti emozioni che appartengono a ognuno di noi. Del resto Musica per i Borghi, nei suoi 18 anni storia, ha abituato il suo pubblico a spettacoli di grande livello con i migliori artisti nazionali e internazionali, riuscendo a creare un connubio vincente tra la proposta culturale e l’autenticità di un territorio che con i suoi borghi e paesaggi ha accolto in ogni edizione del festival migliaia di spettatori.

«Musica per i borghi ha un ruolo fondamentale nell’offerta culturale estiva della nostra regione – spiega il sindaco Francesca Mele – ed è importante che l’organizzazione del festival, che ringrazio per il lavoro profuso, sia riuscita a presidiare anche l’edizione 2020, sebbene le misure di sicurezza per il contenimento della pandemia abbiano reso necessario l’introduzione di alcune restrizioni e un sostanziale ridimensionamento del numero delle serate. In linea con quello che è il lungo percorso di questa manifestazione, giunta alla 18ma edizione, anche quest’anno si è potuta garantire la presenza di una delle cantanti più eclettiche e brave della musica italiana, quale è Irene Grandi, e mantenere altri spettacoli che coinvolgono anche artisti umbri e marscianesi. Sono certa che anche in questa estate segnata dalle misure contro la diffusione della pandemia il pubblico continuerà a premiare la qualità musicale di questo festival».

Oltre ad un ridimensionamento del numero degli spettacoli, l’emergenza sanitaria determinerà anche altre limitazioni relative al numero degli spettatori e alle location. Il concerto di Irene Grandi, sabato 22 agosto, si svolgerà all’interno dello stadio comunale ed è previsto il pagamento di un biglietto. «È la prima volta che uno spettacolo di Musica per i Borghi è a pagamento – spiega il direttore del festival Valter Pescatori –. Una scelta resa necessaria dalle esigenze di sicurezza volte a garantire un controllo sul numero delle persone, non più di mille, che possono accedere allo spettacolo ed evitare la formazione di assembramenti nell’area in cui si svolge». Gli altri spettacoli del festival, che restano gratuiti, si svolgeranno in diversi spazi del centro storico cittadino, anche in questo caso nel rispetto di stringenti misure di sicurezza. Venerdì 21 agosto, ad esibirsi sono la marching band ‘Gryphus Dixie Band’, che propone un repertorio della tradizione jazz del sud degli Stati Uniti, il duo Ettore Diliberto e Francesca De Bonis con lo spettacolo “Amori d’autore” dove protagonista è la poesia cantata dai grandi cantautori italiani, e Giorgia Bazzanti, la cantautrice marscianese che, accompagnata da Riccardo Gambacorta, propone le canzoni del suo nuovo album ‘Non eri prevista’.

Domenica 23 a Musica per i Borghi arrivano gli Achtung Babies, oltre 25 anni di storia e 2000 concerti per una delle più acclamate tribute band degli U2, ma anche il duo formato da Pietro Quirino e Giovanni dell’Aversana che coinvolgerà il pubblico nelle atmosfere tipiche della musica napoletana. Nella stessa serata per le vie del centro storico si alterneranno le performance di alcuni musicisti umbri che in passato hanno fatto degli stage con Musica per i Borghi.

#marsciano #musica #musicaperiborghi #irenegrandi

Advertisement