Progeco: l’Umbria che bonifica

11 Giugno 2020

L’azienda che con la propria attività, ogni giorno, contribuisce al buono stato di salute del territorio

Redazionale sponsorizzato

UMBRIA – Igiene e sicurezza sul lavoro; raccolta, trasporto, intermediazione e smaltimento rifiuti; bonifica di materiali contenenti amianto. Di tutto questo si occupa, in Umbria, Progeco Srl: società iscritta all’Albo Nazionale Gestori Ambientali – Sezione Regionale dell’Umbria, nelle categorie 4 (raccolta e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi prodotti da terzi), classe F, 5 (raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi) classe F, 8 (intermediazione e commercio di rifiuti senza detenzione dei rifiuti stessi) classe F e 10A (attività di bonifica di beni contenenti amianto effettuata sui seguenti materiali: materiali edili contenenti amianto legato in matrici cementizie o resinoidi) classe D.

Scrupolosità, metodo, professionalità: così opera Progeco. Che non a caso ha conseguito, tra le altre, la tripla certificazione Qualità/Ambiente/Sicurezza secondo le rispettive Norme ISO 9001/14001/45001: prova evidente di una governance aziendale attenta, tesa al continuo miglioramento delle performances e all’aggiornamento dei propri metodi di lavoro.

Bonifica amianto e gestione rifiuti

Preventivamente alle operazioni di bonifica di materiali contenenti amianto, viene predisposto e presentato alla ASL competente per territorio il Piano di Lavoro obbligatorio redatto ai sensi del D.Lgs. 81/08, contenente le informazioni obbligatorie e le indicazioni riportate nel D.M. Sanità del 6-09-94. Le bonifiche vengono realizzate solo a seguito di uno studio preliminare e dopo la raccolta di campionature, con strutture specializzate da personale adeguatamente formato e sottoposto a un protocollo sanitario particolare, tramite tecniche specifiche. Le tecniche operative di bonifica variano in base alla tipologia del materiale e si suddividono in:

  • bonifica per rimozione: consistente in applicazione sulla superficie del materiale di un prodotto incapsulante per fissare le fibre di amianto alla matrice cementizia, rimozione dei materiali con confezionamento e confinamento, eventuale sostituzione dei materiali rimossi con altri privi di amianto, trasporto e smaltimento dei materiali contenenti amianto presso discariche autorizzate;
  • bonifica per incapsulamento: consistente nel trattamento di tutte le superfici dei manufatti con specifici prodotti chimici allo scopo di formare una barriera superficiale che impedisca l’aerodispersione delle fibre di amianto;
  • bonifica per confinamento: consistente nell’inglobamento dei materiali contenenti amianto in strutture definitive (sovracoperture, controsoffittature, pennellature, ecc.) per evitare il rischio di rilascio e propagazione di fibre di amianto nell’atmosfera.

Al termine delle lavorazioni è previsto il controllo finale delle fibre libere residue ed il rilascio della certificazione di decontaminazione dell’ambiente e di idoneo smaltimento dei rifiuti derivati dalle attività di bonifica. Il servizio di raccolta e trasporto rifiuti viene effettuato con mezzi appositamente attrezzati e autorizzati da personale qualificato. Il servizio prevede le operazioni di verifica del corretto confezionamento e della corretta identificazione ed etichettatura dei rifiuti, il carico degli stessi presso il cliente, la redazione del Formulario di identificazione dei rifiuti (documento di accompagnamento obbligatorio per ogni singola tipologia di rifiuto trasportato), il trasporto fino all’impianto di destinazione finale e lo scarico presso il destinatario.

Il personale di Progeco S.r.l. è disponibile per chiarimenti normativi e preventivi gratuiti, senza alcun impegno, in modo tale da assolvere pienamente e in modo efficace agli adempimenti imposti dalle normative vigenti in materia.

#amianto #bonifica #rifiuti