Advertisement

Picchiato per provarci con l’amica: tre denunciati a Terni

28 Maggio 2020

Giovanissimi: tutti tra i 19 e i 22 anni, ma già tutti con precedenti penali

TERNI – Picchiano un gruppo di ragazzi per futili motivi e scappano: due ragazzi italiani e un kosovaro, tutti con precedenti penali. L’aggressione, secondo quanto ricostruito dalla questura, è avvenuta intorno alla mezzanotte del 21 maggio, in Largo Ottaviani, luogo di ritrovo per molti giovani.

Advertisement

Alcuni di questi avrebbero tentato di approcciare una ragazza, arrivata in compagnia di tre amici. Uno in particolare, si era mostrato particolarmente interessato e una volta capito che la ragazza non ne voleva sapere, avrebbe iniziato ad offendere gli amici, spalleggiato anche dagli altri con lui. La ragazza e i tre amici, studenti universitari ternani di 20 anni, per evitare guai a quel punto hanno deciso di andarsene – ancora la ricostruzione delle forze dell’ordine – ma sarebbero stati aggrediti alle spalle dall’altro gruppo. Con conseguenze lievi per due giovani, feriti in modo leggero, mentre il terzo, rimasto a terra, è sarebbe stato preso a calci, riportando ecchimosi e la frattura di due costole, con una prognosi di 20 giorni.

Quando il referto medico è arrivato negli uffici della Mobile ternana, è partita l’indagine, che in breve tempo ha portato gli investigatori a risalire ai presunti autori dell’aggressione: due italiani di origini albanesi, uno di 19 e uno di 21 anni e un kosovaro di 22, tutti con precedenti penali (lesioni personali e furto per i due italiani, oltre che diverse segnalazioni per aver assunto sostanze stupefacenti per uno dei due, e furto, lesioni e rapina per il kosovaro, al quale, 15 giorni prima dell’aggressione, gli era stata notificata la misura di prevenzione dell’avviso orale, disposta dal Questore di Terni).

Sono stati tutti e tre denunciati per lesioni personali aggravate in concorso e ora anche nei confronti degli altri due indagati è stata emessa la misura di prevenzione dell’avviso orale, sempre del Questore, a seguito di ulteriori accertamenti della Divisione Anticrimine.

#aggressione #botte

Advertisement