Advertisement

Covid, bar e ristoranti consegnano le chiavi a Romizi: la protesta

29 Aprile 2020

Il primo cittadino: «Le vostre preoccupazioni sono anche le mie»

PERUGIA – «Tenga lei le chiavi, signor sindaco, e le consegni al Governo». La protesta di tanti esercenti del settore Horeca di tutta Italia, in polemica con le misure varate dal Governo, giudicate insufficienti per affrontare i contraccolpi economici della fase 2 dell’emergenza approda anche a Perugia. Dove ieri sera, riferisce Romizi, gli imprenditori «hanno tenuto accese le luci delle loro attività per porre l’attenzione sulle problematiche affrontate e sul quadro incerto che stanno vivendo data l’emergenza sanitaria».

Advertisement

«Oggi pomeriggio -prosegue il primo cittadino – una loro rappresentanza ha simbolicamente consegnato a me, in quanto Sindaco, le chiavi dei propri locali così come sta accadendo in tanti luoghi del nostro Paese. È stato un gesto potente e pieno di significato. Perché quelle chiavi raccontano storie, fatte di sudore, di quotidianità, di traguardi, di grandi sacrifici ma anche di speranze».

«Le vostre preoccupazioni sono anche le mie, in quanto cittadino e amministratore di questa città. E pur avendo chiaro l’obiettivo dell’uscita in sicurezza dalla pandemia, dobbiamo tenere in altissima considerazione i temi e le questioni che riguardano l’intero tessuto socio-economico della nostra comunità, individuando tutte le misure che consentano di sostenerlo fino alla completa ripartenza di tutte le attività», ha concluso.

#covid19 #coronavirus #horeca #protesta #negozi #bar #ristoranti

Advertisement