Advertisement

«Come Radio Londra durante la Seconda guerra mondiale, nasce Mascheradio»

21 Aprile 2020

L’esperienza a Perugia grazie a un gruppo di soggetti attivi nel mondo della musica e della comunicazione

PERUGIA – È nata Mascheradio, esperienza resa possibile dallo slancio spontaneo di un gruppo di soggetti attivi nel mondo della musica e della comunicazione.

Advertisement

«Mascheradio – spiegano i promotori – è una radio dell’emergenza che, un po’ come avvenne per Radio Londra durante la Seconda Guerra Mondiale, nasce da un impulso quasi fisiologico di ri-tarare la comunicazione e l’intrattenimento in chiave nuova, attuale e responsabile». La programmazione è quotidiana e avviene in alcuni slot orari predeterminati: prima di pranzo, prima di cena e dopo cena, momento in cui si concentrerà la selezione musicale. Masqueradio nasce potendo contare anche sull’appoggio del Comune di Perugia e sul supporto tecnico di Umbria Radio inBlu.
Dell’attuale gruppo di lancio, che è e resterà aperto a integrazioni e a ogni forma di collaborazione, fanno parte Massimo Cecconi, l’assessore Gabriele Giottoli, Eugenio Guarducci, Danilo Nardoni, Angela Giorgi, Matteo Grandi, Luigi Montelione, Giopa DJ e il consigliere Fabrizio “Fofo” Croce per la selezione musicale, la redazione del programma Bar Traumfabrik, l’associazione MenteGlocale, gli esperti di food&wine Sara Boriosi e Antonio Boco e ancora tanti altri che sono in via di definizione. Tutti i soggetti coinvolti prenderanno parte al progetto a titolo gratuito.
Lo scopo della nuova realtà, partita mercoledì 15 aprile con alcuni programmi ma da lunedì 20 in diretta con un palinsesto definito, è quello di «creare un intrattenimento di prossimità attraverso protagonisti del territorio per portare leggerezza e consapevolezza in un momento così complesso».

Il palinsesto:

#coronavirus #umbria #covid19 #perugia #radio #mascheradio

Advertisement