Advertisement

Truffe online in Altotevere: il lupo perde il pelo…

26 Febbraio 2020

Millecinquecento euro per un motorino mai consegnato: scatta la denuncia ai carabinieri

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – I carabinieri della stazione di Città di Castello hanno deferito in stato di libertà, alla Procura della Repubblica, un 51enne accusato di truffa aggravata. L’uomo, un pregiudicato di origini partenopee, residente nel milanese e già denunciato poche settimane fa dai carabinieri di Trestina per un reato analogo, «simulando interesse nella compravendita di un motociclo posto in vendita su un sito specializzato è entrato in contatto con un giovane del posto riuscendo, tramite raggiri, ad indurre il tifernate ad effettuare un bonifico di 1.500 euro su di una carta di credito ricaricabile, senza che la compravendita si realizzasse», l’accusa dei militari.

Advertisement

A quel punto, al giovane non sarebbe rimasto altro da fare che denunciare l’accaduto ai carabinieri che, attraverso una serie di riscontri incrociati sul beneficiario del bonifico e sul titolare della carta ricaricabile, nonché sull’identità di coloro che avevano fatto accesso al sito web sul quale il motociclo era stato messo in vendita, sono a alrrivatil’identificazione del presunto truffatore, «a cui carico figurano già decine di denunce per truffe consumate con le medesime modalità».

Oltre ad allertare i responsabili del sito web in questione, i carabinieri hanno deferito l’uomo alla Procura della Repubblica chiedendo l’emissione di una misura cautelare tesa ad interrompere la redditizia attività criminosa.

Advertisement
Advertisement