in

A Torgiano ecco la nuova Stazione dei carabinieri

L’inaugurazione con le autorità e duecento bambini

TORGIANO (Perugia) – Lunedì mattina è stata inaugurata la nuova Stazione dei Carabinieri di Torgiano, alla presenza del prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, del sindaco di Torgiano, Eridano Liberti, del comandante della Legione Carabinieri “Umbria”, generale di Brigata Massimiliano Della Gala, del comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Giovanni Fabi, e di tutte le più alte autorità provinciali e locali, tra cui il procuratore generale Fausto Cardella e il procuratore Giuseppe Petrazzini.

Tra gli ospiti, anche il presidente di Sezione del Consiglio di Stato, Giuseppe Severini, oltre ai vertici di polizia, guardia di finanza, vigili del fuoco e della polizia municipale. Erano presenti, inoltre, i familiari di tutte le Medaglie d’oro al valore umbre.

La nuova sede, sita in Via Tevere 1/A, è un’efficiente e funzionale struttura destinata a diventare presidio di legalità e punto di riferimento per la comunità di Torgiano e frazioni limitrofe. I momenti salienti della cerimonia, allietata dalle note della Fanfara della Legione Allievi di Roma, si sono concentrati sulla “Donazione della Bandiera” da parte del Sindaco di Torgiano al Comandante della Stazione, Luogotenente Mario Lisi, sulla successiva cerimonia dell’Alzabandiera e, a seguire, sullo scoprimento della targa che indica la sede del Reparto e sul tradizionale taglio del nastro. Inoltre, tutte le Autorità hanno presenziato alla benedizione dell’immobile, da parte del Cappellano Don Aldo Nigro.

Durante la cerimonia hanno preso la parola la proprietà dell’immobile, con Chiara Lungarotti, il sindaco di Torgiano Eridano Liberti, oltre al colonnello Giovanni Fabi e il generale Massimiliano Della Gala. Tanta la gente presente, comprese le scolaresche della scuola secondaria di primo grado “G. Dottori” e la scuola primaria “L. Scarinci” (circa 200 ragazzi) di Torgiano, quale testimonianza dell’importanza della “nuova casa“ dei carabinieri, simbolo e presidio concreto ed efficace di sicurezza e di vicinanza alla gente. Soprattutto ai giovani e a un loro futuro migliore sono state rivolte significative parole nel corso degli interventi delle autorità. I giovanissimi studenti si sono intrattenuti a lungo, dopo la cerimonia, sul luogo dell’evento, chiedendo, a più riprese, di essere immortalati unitamente ai tanti Carabinieri presenti.

Alle casse paghi la spesa e adesso anche ticket sanitari e tasse

Comìc, a Perugia Luca Ravenna racconta i 30 anni, la psicoterapia e l’amore