Advertisement

Dal ristorante al centro commerciale: Perugia, ogni posto è buono per lo spaccio

27 Gennaio 2020

Le operazioni dei carabinieri

PERUGIA – Ristorante e centro commerciale. La droga spunta un po’ ovunque, perché la richiesta è continua e gli spacciatori si attrezzano per rifornire praticamente dappertutto i clienti. Una battaglia, quella per fronteggiare lo spaccio, quotidiana e che nel fine settimana appena concluso ha visto i carabinieri bloccare tre pusher proprio mentre svolgevano la loro attività di smercio di droga.

Advertisement

I militari, nel corso di mirati controlli del territorio, hanno dunque arrestato in flagranza un albanese ventenne dopo averne monitorato gli spostamenti e averlo bloccato all’interno di un ristorante. Le dosi di cocaina trovate in suo possesso gli hanno fatto scattare le manette ai polsi. Probabilmente aveva appena consegnato parte della droga, visto che è stato trovato con oltre 700 euro in contanti.

Dal ristorante al parcheggio di un centro commerciale, dove i carabinieri di Corciano hanno bloccato un tunisino mentre stava cedendo una dose a un giovane perugino. Nel corso della perquisizione, i carabinieri gli hanno trovato addosso una decina di dosi tra eroina e cocaina. Il tunisino è finito a Capanne, mentre il ragazzo è stato segnalato quale assuntore di droga alla Prefettura.

Un terzo spacciatore è stato infine bloccato dai carabinieri a Ponte San Giovanni, anche lui intento a cedere droga. I carabinieri hanno inoltre arrestato un pregiudicato di 36 anni che ha ripetutamente violato la misura restrittiva dell’obbligo di dimora e di presentazione alla polizi giudiziaria.

Infine, i militari hanno denunciato per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale un 47enne che, a seguito di un acceso litigio con la compagna che aveva chiamato i carabinieri, ha aggredito i militari al loro arrivo.

Advertisement
Advertisement